Widgets Magazine
12:50 14 Ottobre 2019
Il logo del Movemento 5 Stelle

Il livore M5s contro le “false eroine” delle Ong

© AFP 2019 / Filippo Monteforte
Italia
URL abbreviato
La vicenda della Sea Watch 3 (26)
6382
Seguici su

"Solo profitto e pubblicità nel "Truman Show", Siamo alla più trash delle fiction", denuncia il Movimento in un post sul suo blog

 “I riflettori accesi sono quelli sbagliati. Invece di parlare delle centinaia di migranti che continuano ad arrivare sulle nostre coste con i barchini fantasma, giornali come Der Spiegel reggono il gioco delle Ong, sul palcoscenico di un grande ‘Truman Show’ dell’ipocrisia ai danni dei cittadini italiani, delle leggi italiane e delle nostre Forze dell’Ordine. Un quotidiano tedesco, che nel passato non ha perso occasione per insultarci, adesso elogia una “showgirl” che viola le nostre leggi rischiando di uccidere anche i nostri militari. Siamo alla più trash delle fiction”. Lo denuncia il MoVimento Cinque stelle con un post sul suo blog.

“Nell’ultimo mese – denuncia il partito guidato dal vicepremier Luigi Di Maio - sono arrivati in Italia più di 300 irregolari e nessuno ne parla. Tutti sono invece concentrati a mitizzare false eroine che infrangono le norme italiane, mettendo a rischio la vita dei nostri militari. Questo è un gioco al massacro molto pericoloso perché, mentre tutti parlano delle Ong, sul nostro territorio arrivano decine e decine di piccole imbarcazioni indisturbate”.

“Anche ieri, mentre tutti discutevano di 54 migranti sulla Mediterranea, poco prima nella notte, a Lampedusa, ne erano sbarcati 70. Nessuno se ne accorge però, la fiction è più forte della realtà. Siamo in un grande Truman Show, dove tutti fanno la parte della comparsa: i buoni o presunti tali, i cattivi o presunti tali. E gli italiani – conclude la presa di posizione M5s – subiscono questa gigantesca presa in giro. Le Ong invece da questo palcoscenico traggono solo profitti e pubblicità”.

Fonte: Askanews

Tema:
La vicenda della Sea Watch 3 (26)
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik