Widgets Magazine
20:25 22 Agosto 2019

Salvini contro Carola Rackete: “non sarò impaurito da una viziata comunista tedesca”

© Sputnik . Evgeny Utkin
Italia
URL abbreviato
381316

L’avvocato di Carola Rackete, Alesandro Gamberini, ha dichiarato di aver preparato una denuncia per diffamazione. Secondo il legale tale mossa è “il modo di dare un segnale”. Il vicepremier della Lega risponde alle accuse.

Carola Rackete è stata rimessa in libertà ma viene ancora indaga per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e del reato previsto dall’articolo 1100 del Codice della navigazione. In questo contesto la capitana della Sea Watch 3 approdata a Lampedusa 29 giugno scorso avvia una battaglia giuridica contro il ministro degli Interni Matteo Salvini.

“Come Sea Watch noi abbiamo già preparato la querela nei confronti del ministro Salvini. Non è facile raccogliere tutti gli insulti che Salvini ha fatto in queste settimane e anche le forme di istigazioni a delinquere nei confronti di Carola, cosa che è ancora più grave se fatta da un ministro dell’interno. Nel circuito di questi leoni da tastiera abituati all’insulto, è lui che muove le acque dell’odio. Una querela per diffamazione è il modo per dare un segnale. Quando le persone vengono toccate nel portafoglio capiscono che non possono insultare gratuitamente”, ha affermato Alessandro Gamberini, difensore della attivista tedesca, a Radio Cusano Campus.

“Carola è una giovane, brillante comandante di nave, ma forse non è abituata ai giochini politici di cui Salvini è maestro. Questa barca atteso due settimane che qualcuno autorizzasse lo sbarco, non è stato detto e fatto nulla e quindi ha deciso di sbarcare. Ci sono dei report medici che evidenziano situazioni drammatiche di alcuni migranti a bordo. Alcuni minacciavano di buttarsi per raggiungere a nuoto la riva, altri di suicidarsi. La fiducia di una soluzione era venuta meno”, ha dichiarato il legale di Rackete.

Matteo Salvini ha risposto alle affermazioni dell’avvocato su Twitter: “Infrange le leggi e attacca navi italiane, e poi mi querela. Non mi fanno paura i mafiosi, figurarsi una ricca e viziata comunista tedesca! Bacioni”.

Il 12 giugno la nave Sea Watch dopo aver soccorso 52 persone a largo della Libia ha rifiutato il porto di Tripoli perché non lo considerava come sicuro. In conseguenza Matteo Salvini ha firmato il divieto di ingresso, transito e sosta alla nave.

Il 29 giugno la Sea Watch è approdata a Lampedusa. La capitana della nave Carola Rackete è stata arrestata dagli uomini della Guardia di Finanza ma poi è tornata libera dopo il verdetto del gip di Agrigento Alessandra Vella.

Correlati:

Sea Watch, Salvini vs Francia: “Inaccettabile? Allora i prossimi vadano a Marsiglia”
Gdf vs Sea Watch: “noi rischiamo la vita e quella fa l’eroina”
Tags:
ong, Sea Watch, Matteo Salvini, Germania, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik