Widgets Magazine
01:10 23 Settembre 2019
Il Palazzo di Montecitorio

Dl crescita: si vota la fiducia alla Camera, le novità

CC BY-SA 2.5 / Mac9
Italia
URL abbreviato
120
Seguici su

Il dl crescita, fra rinvii e polemiche, approda in Aula alla Camera dove domani sarà votata la fiducia. Dopo il via libera definitivo di Montecitorio il provvedimento passerà al Senato per la seconda lettura.

Durante l’iter parlamentare su più temi si è acceso lo scontro: dalla norma sui fondi europei per il Sud, su cui si è infuriata la ministra Barbara Lezzi al finanziamento di 3 milioni per Radio Radicale che ha spaccato la maggioranza con la Lega che ha votato con l’opposizione fino alla responsabilità penale per eventuali reati ambientali sulla bonifica e il rilancio dell’Ilva di Taranto sui cui Arcelor Mittal ha lanciato l’allarme.

Queste le principali novità su cui domani verrà votata la fiducia alla Camera.

SALTA NORMA FONDI EUROPEI SUD

Salta la contestata norma sui fondi europei per il Sud dopo le polemiche dei giorni scorsi che hanno riportato il provvedimento, già approdato in Aula alla Camera, nelle commissioni Bilancio e Finanze per un esame supplementare. L’emenendamento del Carroccio – che era stato approvato dalle commissioni lunedì in una versione riformulata con il parere favorevole del relatore M5s Raphael Raduzzi e del viceministro all’Economia Laura Castelli – ha fatto infuriare la ministra per il Sud Barbara Lezzi. La norma trasferiva la titolarità e la gestione dei Fondi per la coesione e lo sviluppo alle Regioni.

Prove alleanza Salvini-Di Maio: si va avanti, evitare infrazione

3 MILIONI A RADIO RADICALE

3 milioni per il 2019 per salvare Radio Radicale. Su questo emendamento la maggioranza si è spaccata. La Lega ha votato con le opposizioni, mentre il M5S stelle ha votano contro.

ILVA TARANTO

Nel mirino c’è l’articolo 46 del decreto che interviene sulla disposizione che esclude la responsabilità penale e amministrativa del commissario straordinario, dell’affittuario o acquirente (e dei soggetti da questi delegati) dell’Ilva di Taranto. In particolare, il decreto limita dal punto di vista oggettivo l’esonero da responsabilità alle attività di esecuzione del cosiddetto piano ambientale escludendo l’impunità per la violazione delle disposizioni a tutela della salute e della sicurezza sul lavoro e individua nel 6 settembre 2019 il termine ultimo di applicazione dell’esonero da responsabilità.

SALVA-ROMA E SALVA-COMUNI

Raggiunto un compromesso su Roma. Passa allo Stato parte del debito storico della Capitale (1,4 miliardi) e prevede l’istituzione di un fondo ad hoc dove far confluire gli eventuali minori esborsi per rinegoziazione dei mutui da parte dell’attuale Commissario al debito di Roma, che serviranno per i debiti delle città metropolitane. Previste norme ad hoc oltre che per Alessandria anche per Catania e i Comuni della Provincia di Campobasso.

RIMBORSI TRUFFATI BANCHE PIÙ VELOCI

I rimborsi sotto i 50.000 euro ai risparmiatori truffati dalle banche saranno più veloci. Si amplia, inoltre, la platea dei risparmiatori che avranno diritto agli indennizzi.

Fonte: Askanews

Tags:
Senato, fiducia, Camera dei deputati, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik