07:16 28 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
4122
Seguici su

La sparatoria è avvenuta la notte scorsa a Pavone Torinese, in Torinese. Ucciso un moldavo di 23 anni. Il tabaccaio risulta indagato per eccesso di legittima difesa.

Un uomo di origini moldave, di 23 anni, è morto la notte scorsa a Pavone Torinese. E’ stato ucciso da un colpo d’arma da fuoco mentre con altri complici stava tentando un furto in una tabaccheria. Il titolare, Marcellino Iachi Bonvin, 67 anni, che abita sopra il locale, sarebbe uscito con una pistola e avrebbe sparato, uccidendo uno dei ladri. I complici del moldavo sono riusciti a fuggire.

La dinamica è ancora tutta da accertare e la polizia sta eseguendo le indagini. Gli accertamenti sono coordinati dalla procura di Ivrea: il titolare è indagato per eccesso di legittima difesa, i pm lo stanno ascoltando per chiarire l’accaduto.

“L’uomo è apparso molto provato, non ha reso dichiarazioni spontanee e si è mostrato disponibile a essere interrogato la prossima settimana, dopo le risultanze tecniche della polizia scientifica”, A quanto si apprende dalla Procura.

“Ovviamente la procura farà i suoi accertamenti. Ma per me ha sacrosanto diritto alla legittima difesa”, ha commetato così l’accaduto, parlando a un comizio a Novate Milanese.

“Tabaccaio di 67 anni, incensurato e già rapinato numerose volte, stanotte si è difeso durante l’ennesimo furto e (purtroppo) ha ucciso uno dei tre ladri, con un’arma legalmente detenuta. Nel pieno rispetto delle indagini della Procura, a lui va la mia solidarietà umana e politica: io sto col tabaccaio”, ha commentato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, scrivendo su Facebook.

Correlati:

Aggredisce i poliziotti e viene rilasciato dal giudice, proteste degli agenti
Spari in strada a Milano, ferito uomo con precedenti per droga
Francia, spari a Lourdes: raid delle teste di cuoio FOTO
Tags:
indagine, sparatoria, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook