Widgets Magazine
13:37 20 Ottobre 2019
Sea Watch

La Sea Watch è entrata in acque italiane. Salvini: i porti sono chiusi

© Sputnik .
Italia
URL abbreviato
565
Seguici su

La nave Sea Watch3 della ong tedesca Sea Watch è entrata in acque italiane e dirige verso Lampedusa.

E’ quanto si evince dai siti di monitoraggio in tempo reale delle imbarcazioni. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, tuttavia, ha ribadito che i porti italiani restano chiusi per la Sea Watch3: “Abbiamo fatto sbarcare malati e bambini, ma resta il divieto assoluto alla Sea Watch3 di entrare nelle nostre acque territoriali” ha detto il leader leghista.

“Non cambiamo idea: porti chiusi per chi non rispetta le leggi, mette in pericolo delle vite, minaccia. Una Ong, peraltro straniera, non può decidere chi entra in Italia”.

Mercoledì la nave dell’ong tedesca aveva soccorso 65 migranti (tra cui 8 minori non accompagnati, 5 bambini e 2 neonati) su un gommone a 30 miglia dalle coste libiche: ieri 18 profughi (le famiglie e una donna ferita) sono stati sbarcati, altri 47 restano ancora a bordo. Nelle ultime ore la nave era rimasta posizionata in acque internazionali, ai margini di quelle italiane: ora la decisione di fare rotta verso Lampedusa per ragioni umanitarie.

Su Twitter l’ong ha riferito anche di voci di “suicidio” a bordo della nave.

“Siamo molto preoccupati perché alcune delle persone rimaste a bordo di Sea Watch parlano di suicidio”, si legge in un tweet pubblicato oggi.

Fonte: Askanews

Correlati:

Nave Sea Watch salva 65 persone, Salvini: non entri nelle acque italiane
Tags:
Lampedusa, Crisi dei migranti, Sea Watch
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik