Widgets Magazine
02:19 17 Luglio 2019
Il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni ed il rabbino capo di Russia Berl Lazar, accolgono il primo ministro italiano Giuseppe Conte alla Sinagoga di Roma.

Eurostars, gli studenti ebrei di Russia ricordano a Roma Primo Levi

© Sputnik . Vladimir Pesnya
Italia
URL abbreviato
16310

Un migliaio di giovani di origine ebraica provenienti da tutta la Russia ricordano Primo Levi ed il giorno della Vittoria a Roma. Insieme a loro anche il primo ministro italiano Giuseppe Conte.

C’era anche il primo ministro Giuseppe Conte insieme ai ragazzi del programma Eurostars che hanno partecipato nella mattinata dell’8 maggio al Tempio Maggiore di Roma alla cerimonia in ricordo di Primo Levi, lo scrittore italiano reduce dal campo di concentramento di Auschwitz.

In “Se questo è un uomo” (1947) Levi fu tra i primi ad offrire la sua testimonianza sull’esperienza vissuta nel campo di concentramento e successivamente fece del dovere della memoria lo scopo principale della sua vita. Lo ha ricordato Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz da bambino amico dello stesso Primo Levi, che conobbe proprio nei primi momenti dopo la liberazione.

Eurostars è un programma organizzato dalla Federazione delle Comunità ebraiche della Russia e dedicato ai giovani dai 18 ai 29 anni. I partecipanti nel corso di un intero anno accademico seguono un ciclo di lezioni sulle tradizioni e la cultura ebraica, a conclusione del quale, nel mese di maggio, viene organizzato un tour in diverse nazioni europee, che culmina con la partecipazione alla “Marcia della Vita” ad Auschwitz.

All’evento ospitato dalla sinagoga di Roma hanno preso parte anche Riccardo Di Segni, rabbino capo di Roma, Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma, Berel Lazar rabbino capo della Russia.

Tags:
rabbino, Giuseppe Conte, Italia, Roma, Comunità ebraica
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik