08:41 19 Giugno 2019
Sicilia, Italia

In Sicilia verso ballottaggi: cala M5S, si afferma centrodestra

CC BY 2.0 / Scott Wylie / Sicily
Italia
URL abbreviato
344

Spoglio in corso per i trentaquattro comuni chiamati al voto per le amministrative in Sicilia, tra questi Caltanissetta, unico capoluogo di provincia che è stato chiamato ad eleggere il nuovo sindaco.

Affluenza in calo al 59,6% in tutta l'isola, secondo i dati del Viminale. Dai dati parziali degli scrutini si segnala un calo dei M5S e un buon risultato dello schieramento di centrodestra.

A Caltanissetta è in testa il candidato del centrodestra Michele Giarratana con il 38,84%, poi il cinquestelle Roberto Gambino con il 20,1%. A Monreale, in provincia di Palermo, è testa a testa fra Alberto Arcidiacono (liste civiche di centrodestra, 23,7%) e il sindaco uscente Pietro Capizzi (23,2%). A Gela è in testa Lucio Greco con il 36,1% (liste civiche), segue Giuseppe Spata centrodestra che raccoglie il 32,42%.

TI POTREBBE INTERESSARE: "No alla NATO: i giovani siciliani contro 70 anni di presenza militare in Sicilia" (VIDEO)

A Bagheria avanti Filippo Maria Tripoli (liste civiche) 47%, Gino Di Stefano (centrodestra) 31,6%. A Castelvetrano, comune sciolto per mafia, il calo dei votanti è pesante: ha votato il 55,28% degli elettori, il 20 % in meno delle precedenti. E' in testa Calogero Martire, appoggiato dalle liste civiche con il 30%, segue il 5S Enzo Alfano con il 29%. A Mazara del Vallo, il candidato appoggiato dalle liste civiche Salvatore Quinci ottiene al momento il 33,2%, contro Giorgio Randazzo (sempre liste civiche) che ha il 21,14%.

Fonte: Askanews

Correlati:

Il ruolo strategico della Sicilia nella nuova dottrina nucleare USA
Lavoro, in Sicilia un posto su cinque resta vacante
Sicilia si conferma il secondo partner commerciale della Russia in Italia
Tags:
centrodestra, M5S, Elezioni, elezioni, elezioni, italiani, Italia, Sicilia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik