Widgets Magazine
04:55 18 Agosto 2019
Matteo Salvini

Salvini a Sputnik: mafia, cantieri, no alla Turchia e sì alla Russia (VIDEO)

© AP Photo / Hassene Dridi
Italia
URL abbreviato
Clara Statello
11126

Continua il tour del Ministro dell'Interno Matteo Salvini in Sicilia. Dopo aver toccato Corleone, Monreale, Bagheria nel palermitano e Caltanissetta, oggi è la volta della Sicilia orientale, con Motta S. Anastasia (CT) in mattinata e poi Gela e Mazzara del Vallo nel pomeriggio.

A Motta Sant'Anastasia, dopo un caffé alla nocciola in un caratteristico bar locale, incontra i giornalisti. Era presente anche Sputnik Italia. Salvini ha ribadito la sua contrarietà all'embargo con la Russia, dannoso per l'economia italiana, anzi spera che la Russia possa entrare nell'Unione Europea.

Ha parlato anche di lotta alla mafia e sicurezza, della necessità di rilanciare i cantieri, costruire strade e ferrovie, indispensabili per il rilancio dell'economia siciliana.

- Quali sono le relazioni del governo con la Russia? Toglieremo l'embargo?

- La mia posizione è sempre stata chiara, poi c'è qualche giornale che sta ancora cercando i rubli che mi hanno dato per sostenere questa posizione che sostengo a gratis, ovvero sia che le sanzioni contro la Russia siano inutili, se non dannose, per l’economia italiana e per la soluzione dei problemi che ci sono sul continente europeo. Piuttosto che ipotizzare l’ingresso della Turchia in Europa io preferirei l’ingresso della Russia in Europa, se dovessi dirla tutta. C’è gente che sta spendendo miliardi di euro da decenni per convincere i turchi ad entrare in Europa, e la Turchia non c’entra assolutamente un fico secco con l’Europa. Mi sembra che abbia molto più vicinanza alla nostra storia, alla nostra cultura, alla nostra economia, alla nostra tradizione un Paese come la Russia che un Paese come la Turchia.

- Ministro, nuova strada o il ponte?

- Io partirei dalle strade e dalle ferrovie. E dalle strade che non ci sono, e dalle ferrovie che non ci sono. E poi penseremo ai ponti, ai superponti, ai sottoponti. Ci sono strade statali che sono ferme da anni. Quindi a me fa piacere che ci siano ministri che vengono in Sicilia, però il dovere dei ministri che vengono in Sicilia è portare soluzioni ai problemi. Inaugurare commissariati e polizia di Stato è il dovere del ministero dell’Interno, inaugurare nuove strade è il dovere del ministero dei trasporti. Se ognuno fa il suo la Sicilia sarà una terra migliore.

- Quali sono i piani del governo per la lotta alla mafia?

- Per quello che è di mia competenza e potere - i beni confiscati alla mafia, alla camorra e alla ‘ndrangheta. Lo abbiamo già fatto con concorsi, con assunzioni, con nuove sedi, quella di Milano la inaugurerò nei prossimi giorni, con più poteri, con più soldi, con più competenze. E poi assumendo uomini in divisa - polizia, carabinieri, finanza. Quest'anno c’è un piano di assunzioni straordinario per 8 mila donne e uomini in forza dell'ordine. Quindi mafia, camorra e ‘ndrangheta si combattono sequestrando loro ville, case, negozi, bar, ristoranti, appartamenti, aziende, quello che le forze dell'ordine stanno facendo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik