Widgets Magazine
10:20 17 Settembre 2019
Matteo Salvini (al centro) apre la mostra progetto DE-SIGNO

Salvini: flat tax, importante fare, e sarà il 15 %

© Sputnik . Evgeny Utkin
Italia
URL abbreviato
Di
3143
Seguici su

Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, rispondendo alle domande dei  alcuni giornalisti,  incluso a quelle di Sputnik Italia, che gli hanno chiesto, a margine della visita al Salone Internazionale del Mobile a Milano,  se la soglia massima per la flat tax sarà di 50 mila euro. "L'importante è fare, è giusto parlare, poi bisogna fare.

Parliamo di flat tax, è una maniera più semplice per pagare le tasse, semplificando la dichiarazione dei redditi, tagliando la burocrazia. E di pagarle di meno. Non siamo in grado di fare miracoli, già quest’anno pagheranno meno tasse, Partite IVA, artigiani, piccoli imprenditori, commercianti, liberi professionisti, l’obiettivo è di coinvolgere in questo percorso di vantaggio anche famiglie e lavoratori dipendenti.

— Come finirà la partita sulla Flat Tax, non ci sono altri che remano contro?

— L’importante è che vincano gli italiani, non c’è una partita tra Salvini e qualcun altro. L’importante è ridurre le tasse come si aspetta l’Italia.

— Quanto sarà, 20% o di meno?

— Il principio nostro è del 15%. Non subito per tutti, ma già da quest’anno Partite IVA, artigiani, piccoli imprenditori, commercianti, liberi professionisti, pagheranno il 15% e soprattutto avranno una vita più semplice a fare la dichiarazione dei redditi. Non è un obiettivo della Lega fare pagare meno tasse e semplificare la vita agli italiani: è un dovere ed un diritto per chi paga, e l’evasione si sconfigge se chiedi meno tasse, più tasse chiedi più hai l’incentivo ad evadere, meno tasse chiedi più è facile che la gente paghi. Noi puntiamo sulla crescita, in un momento in cui la crescita è ferma ovunque, noi scommettiamo sulla crescita.

— Qual è l’obiettivo della Lega per gli europei?

— Cambiare l’Europa. Non le do l’obiettivo di qualche numero. Vogliamo cambiare le regole dell’Europa mettendo al centro il lavoro,  la famiglia, la tutela dell’ambiente, la difesa dei confini, quindi l’uomo e la donna, non il consumatore, le banche, i burocrati, i barconi o la finanza come è stato in questi anni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik