Widgets Magazine
04:11 24 Agosto 2019

Ferrara, abbattuti 700 piccioni: gli animalisti denunciano il sindaco

© Sputnik . Pavel Lisitsyn
Italia
URL abbreviato
383

Il Comune sostiene che i piccioni creavano i disagi, ma gli animalisti non sono d'accordo. Lo riporta La Nuova Ferrara.

Alla fine della settimana scorsa sono entrati in azione i coadiutori nel Comune di Terre del Reno, nel ferrarese, per risolvere il problema dei piccioni. Sotto la supervisione della Polizia provinciale della Polizia municipale sono stati abbattuti 700 uccelli. A parte la questione di disagio per cittadini è stato considerato anche il problema igienico-sanitario. Tenendo conto della vastità della situazione, questo intervento potrebbe non essere l’unico.

“Questa situazione andava avanti già da diversi anni e non aveva ancora trovato soluzione. Necessitava subito di un provvedimento del genere e, anche se doloroso, si è reso necessario in quanto rappresenta l’unica soluzione vera e utile. Valuteremo in seguito se abbiamo risolto il problema definitivamente o se occorrerà proseguire su questa strada. Ringrazio i coadiutori che hanno collaborato e prestato un importante servizio senza alcun aggravio per la cittadinanza”, ha dichiarato il sindaco Roberto Lodi.

L’episodio ha suscitato proteste tra gli animalisti, soprattutto l'Ente Nazionale Protezione Animali che ha dato mandato al proprio ufficio legale di assumere ogni opportuna iniziativa contro il Sindaco di Terre del Reno, Roberto Lodi, per aver autorizzato con una delibera last minute lo sterminio di 700 piccioni nei terreni di un'azienda agricola alle porte della città. Secondo Enpa, l'ordinanza di uccisione firmata dal sindaco il 29 marzo 2019 presenta numerosi profili di illegittimità, a partire dall'affidamento delle uccisioni a fantomatici "cacciatori-coadiutori".

L’Enpa dubita anche sui motivi igienico-sanitari alla base della decisione.

“Sembra proprio che non ci fosse alcun documentato motivo che rendesse necessario e indispensabile procedere con il piano di abbattimento, anche perché esistono molte altre soluzioni soddisfacenti oltre quelle applicate dalla ditta”, commenta l’Enpa.

Correlati:

Russia, un ragazzo di 6 anni salva gli animali randagi
Una scoperta inaspettata: non tutti gli animali hanno bisogno di dormire
Brasile: gli animali sono salvati dal caldo
Tags:
Animali, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik