Widgets Magazine
12:01 12 Novembre 2019
L'ambasciatore d'Italia nella Federazione Russa Pasquale Terracciano

Russia-Italia: Terracciano, promuovere imprenditoria sotto marchio "Made with Italy"

© Sputnik . Alexander Natruskin
Italia
URL abbreviato
2140
Seguici su

La sfida importante ed entusiasmante è attualmente quella di promuovere l’imprenditoria italiana sotto il marchio "Made with Italy".

Lo ha dichiarato l'ambasciatore italiano in Russia, Pasquale Terracciano, in apertura del forum organizzato in occasione della missione imprenditoriale italo-russa nella regione di Voronezh.

"Ci troviamo di fronte a una sfida difficile e allo stesso tempo avvincente. Come ampliare l'offerta d'Italia su un mercato le cui potenzialità restano in prospettiva elevatissime. A mio avviso la direttrice principale, per rispondere alla costante e crescente domanda d'Italia è privilegiare gli investimenti italiani nel paese, nell'ambito del ‘Made with Italy’, la possibilità di creare nuove joint venture promuovendo le forniture di macchinari che da sempre hanno una parte preponderante nell'export italiano e l'avvio di nuove produzioni in loco, dove le capacità italiane e russe si possano combinare creando sinergie efficaci", ha dichiarato Terracciano.

"Il fatto che siano presenti più di 20 imprese italiane dimostra che la regione di Voronezh potrebbe essere una delle aree in cui si può focalizzare il nuovo drive della spinta verso la creazione di imprese congiunte", ha aggiunto il rappresentante diplomatico italiano, sottolineando che è tuttavia necessario un sostegno, che può essere fornito dalle istituzioni italiane largamente presenti nella regione. "Soprattutto per le Pmi. Le grandi imprese hanno grande forza qui: Pirelli sta pianificando il raddoppio dell'impianto produttivo già presente. Ciò rassicura le Pmi che spesso seguono le grandi aziende", ha spiegato Terracciano. "Il sostegno istituzionale potrebbe, inoltre, prendere la forma di supporto finanziario "Stiamo studiando un progetto per un fondo pilota di sostegno alle joint venture italiane e russe nel paese, che dovrebbe sfruttare un accordo quadro sottoscritto da tempo tra il Fondo sovrano russo e Cassa depositi e prestiti (Cdp)", ha affermato l’ambasciatore.

Terracciano ha ricordato che esisteva anche un programma della Bers dedicato alle Pmi in Russia. "Dall'Italia stiamo spingendo affinché vengano riprese le attività che sono state ingiustamente sospese nel pacchetto delle sanzioni. Si tratta di un’iniziativa di carattere europeo. L'Italia è solo uno dei paesi partecipanti", ha aggiunto Terracciano. Il fondo erogava 300 milioni l'anno di finanziamenti, che con la leva della banca privata giungeva a un miliardo di euro. L'idea della missione imprenditoriale è nata dall'incontro con il governatore Aleksander Gusev avvenuto un anno e mezzo fa al Russian Investment Forum di Sochi, ha ricordato l’ambasciatore. Proprio Gusev, intervenuto sul tema, ha detto che si attribuisce “sempre più attenzione alla necessità di creare soluzioni confortevoli per il business straniero", sottolineando lo storico rapporto con l'Italia. 

Fonte: Agenzia Nova

Tags:
Made in Italy, Relazioni Russia-Italia, Italia, Russia, Pasquale Terracciano
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik