18:52 24 Maggio 2019

Oltre un terzo degli italiani in volo pagherebbe zona per l’intimità

© Depositphotos / DimaGavrish
Italia
URL abbreviato
411

Dalla scelta del posto migliore, all’imbarco prioritario, dallo spazio più confortevole per le gambe alla possibilità di portare a bordo un numero maggiore di bagagli fino alla scelta di cibo e bevande.

Sono sempre di più i servizi e gli optional che le compagnie aeree mettono a disposizione dei clienti e che si possono acquistare quando si prenota un volo. Ma ci sono altri extra per cui gli italiani sarebbero disposti a pagare di più. Almeno secondo il motore di ricerca di voli e hotel Jetcost, per cui il 38% pagherebbe volentieri per avere uno spazio riservato dove poter avere un po’ di intimità in volo con il proprio partner.

Il team di Jetcost ha condotto un sondaggio nell’ambito di uno studio più approfondito sulle esperienze di viaggio degli europei, realizzato su 3.000 persone (tra britannici, spagnoli, italiani, tedeschi, portoghesi e francesi, 500 per ogni nazionalità) di età superiore ai 18 anni e con almeno un viaggio all’attivo negli ultimi dodici mesi. A tutti è stato domandato per quali servizi in aereo sarebbero disposti a pagare un supplemento e le risposte più comuni sono state: per avere più spazio per le gambe (73%), per cibo di migliore qualità (68%), per un servizio di babysitting (46%), per alcolici illimitati (43%), per uno spazio riservato per godersi l’intimità con il partner (38%), per un tavolo da gioco o una console con giochi (35%), per un servizio massaggi (22%), per avere animazione a bordo (19%), per uno spazio per dormire (18%), per noleggiare film da un ampio catalogo (15%), per parrucchiere e manicure (10%) e per avere più scelta di prodotti venduti a bordo (8%).

A tutti coloro che hanno partecipato al sondaggio è stato anche chiesto di esprimere cosa gli avesse dato più fastidio durante un viaggio in aereo e le risposte principali sono state: mancanza di spazio (78%), compagni di volo fastidiosi (70%) e noia (65%). Il 22% degli intervistati ha anche dichiarato che la sua principale preoccupazione al momento di imbarcarsi è di essere disturbato dai bambini di un’altra famiglia. A livello europeo, gli italiani si sono rivelati i più interessati alla possibilità di avere uno spazio privato a disposizione da utilizzare con il partner, davanti agli spagnoli (36%) e ai britannici (33%).

Fonte: Askanews

Tags:
Turismo, Aereo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik