Widgets Magazine
15:52 18 Settembre 2019
Enzo Moavero Milanesi

Roma si espone per la consegna di aiuti umanitari in Venezuela

© AP Photo / Luca Bruno
Italia
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (428)
12637
Seguici su

L'attuale priorità della politica italiana per quanto riguarda la crisi in Venezuela è quella di garantire la consegna di aiuti umanitari alla popolazione di questo paese, ha detto il capo del Ministero degli Esteri italiano Enzo Moavero Milanesi.

"La nostra priorità è garantire al popolo venezuelano l'afflusso degli aiuti umanitari. Sotto il profilo politico, non riconosciamo legittimità all'elezione di Nicolas Maduro, mentre la riconosciamo all'elezione dell'Assemblea nazionale", ha detto il ministro in un'intervista pubblicata dal Corriere della Sera.

"Vorremmo favorire una riconciliazione che permetta nuove elezioni presidenziali. Abbiamo dunque lo stesso obiettivo della maggioranza dei Paesi europei", ha detto.

La crisi in Venezuela ha suscitato reazioni contrastanti nel mondo politico in Italia, che alla fine ha scelto una posizione "neutrale" su questo tema. Roma ha detto che non ha mai riconosciuto i risultati delle elezioni presidenziali tenutesi in Venezuela nel maggio 2018, e ha confermato la necessità di una rapida nomina per le nuove elezioni del capo dello stato. Allo stesso tempo, l'Italia nell'ambito dell'Unione europea si è opposta al riconoscimento frettoloso del Capo Dell'Assemblea Nazionale Juan Guaidò come presidente provvisorio.

L'opposizione del Venezuela insiste sulla immediata apertura di canali umanitari per la consegna degli aiuti per un presunto rischio di morte per fame per circa 250-300 mila persone. Le autorità di governo venezuelano rifiutano categoricamente di accettare questo aiuto, definendolo "un finto show". Secondo loro, il paese riceve aiuto da paesi amici e organizzazioni umanitarie internazionali, tra cui le Nazioni Unite.

Juan Guaidò, 23 gennaio, si è dichiarato il capo provvisorio dello Stato per il periodo di validità del governo provvisorio. Gli USA e molti altri paesi lo hanno riconosciuto. Maduro si è dichiarato presidente costituzionale e ha definito il capo del Parlamento dell'opposizione "un fantoccio USA". La Russia, la Cina e molti altri paesi hanno sostenuto Maduro come legittimo presidente del Venezuela.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (428)

Correlati:

Ministro Difesa Venezuela accusa opposizione di sostenere ingerenza straniera
Lavrov: l'occidente non dia ultimatum al Venezuela
Venezuela: funzionario definisce cambio manager PDVSA parte del colpo di stato
Tags:
Aiuti umanitari, Protesta, Situazione in Venezuela, Juan Guaidó, Enzo Moavero Milanesi, Venezuela, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik