12:41 26 Giugno 2019
La nave Diciotti

Di Stefano (M5s): da Salvini un segno di debolezza sulla Diciotti

© AFP 2019 / Alessandro Fucarini
Italia
URL abbreviato
413

Matteo Salvini sul caso Diciotti “doveva farsi processare”, c’è stata “una azione collegiale del governo e non si sarebbe arrivati a nulla”.

Ma ha "mostrato un segno di debolezza". In ogni caso "io sono per il No all'autorizzazione a procedere".

Lo ha detto Manlio Di Stefano, M5S, sottosegretario agli Esteri intervistato da Maria Latella su Sky Tg24.

"Io sono per il No all'autorizzazione a procedere — ha spiegato Di Stefano — perché parlano dell'operato dell'intero governo, di una azione collegiale dell'esecutivo. A questo però — ha aggiunto — non saremmo dovuti arrivare. Salvini ha mostrato un segno di debolezza, ritrattato. Prima ha detto ‘mi faccio processare'. Doveva farsi processare e rinunciare all'immunità".

Ora è stato deciso dal Movimento 5 Stelle che gli iscritti grillini dovranno pronunciarsi sulla piattaforma Rousseau sul voto su Salvini in Senato per l'autorizzazione a procedere.

"Se il popolo M5s voterà sì — ha chiarito Di Stefano — noi voteremo sì in Giunta delle autorizzazioni".

In ogni caso, quale che sia il voto ha detto ancora il sottosegretario, "non credo che il governo sia a rischio. Sarebbe stupido e mi aguro che la Lega non lo faccia".

Fonte: Askanews

Tags:
Manlio Di Stefano, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik