Widgets Magazine
02:34 21 Settembre 2019
La Torre Eiffel a Parigi e la bandiera della Francia

Parigi-Roma, divorzio definitivo?

© Sputnik . Natalia Silvestrova
Italia
URL abbreviato
Di
20301
Seguici su

Sale la tensione fra la Francia e l’Italia, Parigi richiama l’ambasciatore a Roma. La goccia che ha fatto traboccare il vaso sono stati i contatti fra alcuni esponenti del governo italiano e i gilet gialli, ma la crisi nei rapporti fra i “cugini” si trascina da anni.

Daniele Scalea
© Foto : fornita da Daniele Scalea
Daniele Scalea
Si complica la crisi fra Roma e Parigi, la Francia annuncia di aver richiamato l'ambasciatore a Roma per consultazioni. Il motivo di tale gesto, come riferisce il Ministero degli Esteri francese, sarebbero degli "attacchi senza precedenti nei confronti della Francia da parte del governo italiano".

Mentre il Movimento 5 stelle ha preso di petto la sfida di Parigi definendo "una provocazione" il gesto di Macron, il vice premier Salvini si è detto pronto al dialogo. Si tratta di un divorzio definitivo? Sputnik Italia si ha raggiunto per una riflessione Daniele Scalea, presidente del Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli.

— Daniele Scalea, come potrebbero evolvere i rapporti fra Italia e Francia?

— Le relazioni sono ai minimi da tanti anni a questa parte. I precedenti governi erano più restii ad affrontare di petto Parigi, per quanto motivi di dissidio fossero già presenti, si pensi alla Libia, sia per il loro credo europeista, sia perché speravano di poter creare un asse con la Francia per controbilanciare la Germania. Si tratta di un obiettivo piuttosto velleitario: da decenni la Francia ha scelto di legarsi saldamente alla Germania per creare una massa critica in grado di influenzare l'intera Unione Europea in maniera decisiva.

Tipicamente la Destra italiana, scettica verso le possibilità di intesa con la Francia, ha cercato di controbilanciare l'asse franco-tedesco rivolgendosi a Londra e Washington. Oggi le relazioni sono particolarmente tese perché Macron, nel tentativo di arginare il proprio crollo di consenso, cerca di alzare la tensione con l'Italia per solleticare il patriottismo, e certa rivalità tra "cugini", dei Francesi. Inoltre scagliandosi contro il governo populista italiano attacca indirettamente i suoi rivali interni, in particolare la Le Pen. Soprattutto il M5S ha raccolto il guanto di sfida, rincorrendosi con Macron di provocazione in provocazione, innescando così una spirale di tensione.

— A livello europeo che peso ha il litigio fra Roma e Parigi?

— A est, e non solo, ci sono diversi paesi europei scontenti della guida franco-tedesca e resi orfani del riferimento britannico dalla Brexit. L'Italia potrebbe diventare capofila di questa fronda, ma è necessario che ci sia una strategia chiara, condivisa e perseguita con chiarezza dalla nostra classe dirigente. Oggi abbiamo una maggioranza composita, ministri tecnici, apparati ostili e un vero e proprio "partito francese" in casa nostra. Potrebbero rivelarsi troppi ostacoli.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tags:
crisi, Italia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik