11:18 19 Maggio 2019
Migranti

Cara di Mineo, primi 50 ospiti si trasferiscono domani

© REUTERS / Francois Lenoir
Italia
URL abbreviato
131

A sporstarsi nelle nuove abitazioni saranno esclusivamente gli uomini adulti e senza famiglia. Lo rende noto oggi La Sicilia.

I trasferimenti degli abitanti del Cara di Mineo inizierà domani. I primi 50 persone che partono sono maschi adulti e senza famiglia. Le famiglie con bambini che si trovano nelle situazioni vulnerabili invece resteranno momentaneamente nel centro di accoglienza di Mineo. 25 stranieri saranno trasferiti a Trapani, 15 a Siracusa e 10 a Ragusa.

Come ha reso noto Matteo Salvini, le misure prese prevedono la chiusura del Cara di Mineo entro l'anno. Il 17 febbraio verranno spostati altri 50 migranti, e dieci giorni dopo altri 50 ospiti lascieranno la struttura.

In questo momento il Cara di Mineo è il Centro accoglienza richiedenti asilo più grande d'Europa e il secondo in via di chiusura in Italia dopo quello di Castelnuovo (Roma). Attualmente nel Centro sono ospitati 1.244 migranti. Da domani sarà superata, al ribasso, la soglia di 1.200 persone, previsto dall'accordo di salvaguardia, che permette ai gestori e al governo di potere rescindere il contratto senza pagare penali.

Il Cara di Mineo era stato inaugurato nel 2011 dal governo Berlusconi ed è arrivato ad ospitare oltre 4mila migranti nell'ex «Residence degli Aranci» che era riservato ai militari americani di stanza nella base di Sigonella e ai loro familiari. Sulla struttura sono state aperte più inchieste.

La sua annunciata chiusura ha creato allarme tra i dipendenti della struttura, che sono circa 220, e i lavoratori dell'indotto. Già in oltre 170 hanno perso il posto.    

Correlati:

Diciotti, M5s restano in bilico sul voto per Salvini
E’ tempo di sfiduciare Salvini - Martina
Salvini sul caso Diciotti: "Processo sarebbe stata invasione di campo"
Tags:
accoglienza, trasferimento, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik