Widgets Magazine
08:06 15 Settembre 2019
Il premier italiano Giuseppe Conte

Iraq, Conte: insorgenza di Daesh rappresenta ancora una seria minaccia

© Sputnik . Mikhail Klimentyev
Italia
URL abbreviato
531
Seguici su

"Tra Iraq e Italia ci sono ottime opportunità di cooperazione. L'Iraq rimane il paese prioritario per l'aiuto italiano allo sviluppo".

"Sono molto felice di essere qui oggi nella mia prima visita in Iraq. Ringrazio le autorità irachene per la calorosa ospitalità e confermo che l'incontro con il primo ministro è stato molto positivo: abbiamo potuto confermare la storica amicizia tra i nostri paesi e la priorità del nostro partenariato". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Baghdad in conferenza stampa congiunta con il primo ministro della Repubblica dell'Iraq Adel Abdul Mahdi.

"L'Italia — ha detto Conte — è stata e rimarrà vicina al popolo iracheno. Lo è stata nei momenti più difficili che grazie a Dio sono alle spalle grazie al sacrificio del popolo iracheno e all'impegno delle forze armate irachene. Continueremo ad assicurare il nostro appoggio anche nella fase di ricostruzione e stabilizzazione. L'Iraq ha sfide delicate e importanti davanti, deve continuare a perseguire gli obiettivi della stabilità, dello sviluppo e del benessere per se stessa e per il proprio popolo e lo farà anche nell'interesse dell'intera regione. Siamo certi che il governo saprà in modo illuminato compiere tutte scelte coraggiose e tempestive per assicurare questo futuro al proprio popolo in una prospettiva di un Iraq sempre più stabile. Apprezziamo molto l'approccio pluralistico che rispetta le diverse sensibilità rappresentate nel paese".

Emmanuel Macron
© Sputnik . Mikhail Klimentyev
"Gli sforzi iracheni per sconfiggere Daesh sono fondamentali, ma l'insorgenza di Daesh rappresenta ancora una seria minaccia che richiede una vigile attenzione e uno sforzo collettivo", ha avvertito il premier. "L'Italia — ha aggiunto — è uno dei principali contributori: noi cerchiamo di dare una mano nell'addestramento militare e di polizia, lavoriamo anche per incrementare la cooperazione in campo economico, sociale e culturale. Oggi incontrerò anche il nostro contingente di stanza in Iraq al quale porterò il sentimento di vicinanza e riconoscenza e di orgoglio da parte del governo e dell'intera nazione per l'opera che stanno svolgendo". 

"Abbiamo approfondito — ha detto ancora — anche le varie sfere di collaborazione, in particolare nel campo dei rapporti commerciali e industriali, ci sono ottime opportunità di cooperazione. L'Iraq rimane il paese prioritario per l'aiuto italiano allo sviluppo. Sul fronte umanitario è forte l'impegno dell'Italia soprattutto nel settore sanitario, della sicurezza alimentare, dell'educazione con l'obiettivo di favorire la coesione sociale tra tutte le componenti della popolazione irachena. Lavoriamo con le organizzazioni internazionali come l'Unesco e la Banca mondiale che stanno operando nel paese molto proficuamente".

"Un altro settore — ha concluso il premier — che sta dando buoni risultati è quello della cooperazione culturale che occupa un posto strategico nelle relazioni bilaterali. Penso all'attività scientifica delle missioni archeologiche italiane in Iraq che rappresenta un vanto per il nostro paese e arricchisce senz'altro un già intenso patrimonio di relazioni culturali bilaterali. L'Italia vanta una grande tradizione nel campo della protezione e della promozione del patrimonio culturale con particolare attenzione alle aree di crisi. Vorrei ringraziare poi il lavoro dei carabinieri del nucleo di tutela del patrimonio culturale che si distinguono sempre per la particolare sensibilità con la popolazione e per il dialogo con le comunità locali e in questo caso anche per la notevole sensibilità sul piano culturale".

Correlati:

Iraq-Italia: Conte oggi in visita ufficiale nel paese, tappe a Baghdad, Erbil e Mosul
Baghdad: Trump non ha chiesto il permesso all'Iraq per la presenza militare americana
Macron: la Francia manterrà presenza militare in Siria e Iraq nel 2019
Tags:
incontri, collaborazione, Affari del Daesh, Giuseppe Conte, Iraq, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik