11:13 09 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Sono rientrate in Italia le salme di 12 militari italiani caduti nella Campagna di Russia, ritrovati in una fossa comune a Kirov.

I resti di 12 caduti saranno tumulati nel Sacrario Militare di Cargnacco sabato 2 marzo con gli onori solenni.

Nella fossa comune c'erano i resti di circa 1.600 soldati, quasi tutti di impossibile identificazione.

Tre associazioni hanno lavorato sul ritrovamento dei corpi: "Linea Gustav" di Cassino, il Museo della Seconda guerra mondiale di Felonica e "Linea Gotica" di Toscana.

Damiano Parravano, responsabile della "Linea Gustav" ha detto in un'intervista a Corriere: "A partire dagli anni ‘90 gli archivi si sono aperti e le informazioni hanno cominciato a circolare in rete. Le labili e confuse informazioni che avevamo su Kirov si sono trasformate in qualcosa di più concreto".

"Avessimo riportato in patria anche un solo caduto, ne sarebbe valsa la pena", ha sottolineato lui.

In precedenza le spoglie sono state benedette nella cattedrale dell'Immacolata Concezione di Mosca da monsignor Paolo Pezzi.

Tags:
Relazioni Italia-Russia, Italia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook