18:41 21 Febbraio 2019
Roma, Italia

Venezuela: a Roma manifestazione pro Guaidò, "L'Italia ci ha abbandonato"

© Sputnik . Alexander Vilf
Italia
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (175)
23231

Un gruppo di sostenitori del dell'autoproclamato nuovo presidente del Venezuela Juan Guaidó si sono radunati in piazza Santi Apostoli a Roma, davanti alla Prefettura, per un sit-in contro il governo di Nicolas Maduro, riconoscendo Guaidó come presidente legittimo del Paese.

Al presidio, organizzato dal partito di Guaidó, Voluntad Popular, hanno partecipato un gruppo di persone di origine venezuelana e provenienti da diverse regioni italiane. Nonostante la pioggia battente, i sostenitori del nuovo presidente ad interim hanno manifestato con bandiere del Venezuela, canti che richiamano la libertà dei popoli e intonando il proprio inno nazionale.

Manifestazione contro Maduro a Caracas
© REUTERS / Carlos Garcia Rawlins

Critiche anche al governo italiano, che giovedì alla riunione dei capi delle diplomazie Ue a Bucarest è stato l'unico dei 28 paesi europei a bloccare una proposta di compromesso sul Venezuela, avanzata dalla ministra degli Esteri svedese Margot Wallstrom, con cui si accettava il ruolo di Juan Guaidò come presidente ad interim fino a nuove elezioni. Una decisione questa che ha deluso i tanti italiani residenti in Venezuela.

"Il governo italiano ci ha abbandonato", si legge su un cartello, mentre un italo-venezuelano ne espone un altro con la scritta: "Chiediamo a Conte, Di Maio e Salvini di riconoscere Guaidò legittimo presidente".

"Noi siamo qua — hanno detto alcuni manifestanti — per protestare contro la dittatura di Maduro, delegato dall'altro dittatore Hugo Rafael Chávez: entrambi hanno portato il Paese alla fame e alla rovina. La gente del Venezuela è stanca, vogliamo un cambiamento e libertà per il nostro Paese. Noi sosteniamo e crediamo che il nuovo presidente ad interim Guaidó, presidente dell'Assemblea costituente, possa rappresentare il vero cambiamento, perché è l'unico che può portare il Venezuela a vere elezioni democratiche, per un Paese finalmente libero e fuori dalla tremenda crisi economica nella quale versa".

All'iniziativa, hanno preso parte anche diverse rappresentanze politiche come il candidato alla segreteria Pd Roberto Giachetti, il segretario del Pd romano Andrea Casu e il senatore Pier Ferdinando Casini. "

Noi siamo qui — ha dichiarato Giachetti — perché siamo a favore della democrazia, della libertà, siamo con l'unica istituzione, che in base alla costituzione venezuelana, è legittimata: quella del presidente Guaidó. Inoltre — ha aggiunto — siamo qui per rappresentare la gran parte dell'Italia che crede in determinati valori e per prendere le distanza da un governo che ci sta facendo fare una figura 'barbina' e che ci isola da resto dell'Europa. Quindi, siamo al fianco dei sostenitori di Guaidó perché sappiamo che è un momento decisivo, visto, che in contemporanea, ci sta anche la manifestazione a Caracas, dove la situazione è molto difficile. Noi — ha concluso Giachetti — riteniamo giusto dare un segno di solidarietà anche qui a Roma".

Fonte: Agenzia Nova

Tema:
La crisi politica in Venezuela (175)
Tags:
Venezuela, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik