Widgets Magazine
06:45 23 Luglio 2019
Papa Francesco

Papa Francesco: i social network sono utili ma pericolosi, usateli responsabilmente

© AP Photo / Pool/Filippo Monteforte
Italia
URL abbreviato
524

Il pontefice nel messaggio, diffuso oggi, per la 53ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali che quest’anno si celebra, in molti Paesi, domenica 2 giugno, ha riconosciuto il ruolo positivo dei social network, ma avverte che possono anche rappresentare alcuni pericoli, e quindi devono essere usati in modo responsabile.

"Le reti sociali, se per un verso servono a collegarci di più, a farci ritrovare e aiutare gli uni gli altri, per l'altro si prestano anche ad un uso manipolatorio dei dati personali, finalizzato a ottenere vantaggi sul piano politico o economico, senza il dovuto rispetto della persona e dei suoi diritti", afferma Francesco.

Paragonando la rete ad una comunità, il Pontefice osserva come «nello scenario attuale, la social network community non sia automaticamente sinonimo di comunità». Infatti "nei casi migliori le community riescono a dare prova di coesione e solidarietà, ma spesso rimangono solo aggregati di individui che si riconoscono intorno a interessi o argomenti caratterizzati da legami deboli".

"Finché i governi cercheranno di utilizzare strumenti legali per preservare l'idea originale della rete come spazio libero, aperto e sicuro per tutti, tutti noi possiamo contribuire a utilizzarlo in modo responsabile, ragionevole e per sempre", ha concluso il Papa.

Domenica scorsa, durante l'Angelus, Papa Francesco ha presentato l'applicazione mobile Click To Pray, dedicata alla preghiera. Il pontefice ha sottolineato l'importanza di internet nella società contemporanea come strumento per avvicinare le persone, in questo caso, anche nella preghiera.    

Correlati:

Click to pray: Papa Francesco lancia una app per pregare
Il dolore di Papa Francesco per le persone morte nel Mediterraneo
Appello alla fraternità di Papa Francesco ricordando Corea, Ucraina, Siria e Yemen
Tags:
pericolo, Internet, social network, Papa Francesco, Vaticano
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik