04:18 20 Maggio 2019
Il presidente della Francia Emmanuel Macron

Francia: non giochiamo al più stupido, nessun conflitto con l'Italia

© AFP 2019 / Ludovic MARIN / POOL
Italia
URL abbreviato
946

“Non vogliamo giocare al concorso di chi è più stupido" - ministro per gli Affari europei della Francia Nathalie Loiseau sta cercando di porre fine alle controversie tra i due Paesi dell'Europa.

Dopo le contese degli ultimi giorni tra Francia e Italia, e dichiarazioni di Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il ministro francese per gli Affari europei Nathalie Loiseau ha deciso di calmare la situazione:

"Non vogliamo giocare al concorso di chi è più stupido.Con l'Italia abbiamo molte cose da fare e vogliamo continuare a farle. Mi recherò in Italia quando il clima si sarà calmato", ha detto Loiseau al termine del consiglio dei ministri a Parigi rispondendo alla domanda se Parigi era pronta ad adottare eventuali ritorsioni contro l'Italia.

Nathalie Loiseau, ministro per gli Affari europei della Francia
© AP Photo / Pool/Geoffroy Van Der Hasselt
Nathalie Loiseau, ministro per gli Affari europei della Francia
"Nessuno vuole uno scontro, né con la Francia nè con la Germania. Non dico che non ce lo possiamo permettere, ma non lo vogliamo", ha dichiarato poi a a Sky TG24.

Loiseau è anche sicura che l'Italia e il popolo italiano non vincono niente in questa situazione venutasi a creare tra Roma e Parigi:

"Cosa ci guadagnano gli italiani? Contribuiscono forse al benessere del popolo italiano, che è generalmente l'obiettivo di ogni governo? Non penso".    

Antonio Tajani, presidente dell'Europarlamento
© AFP 2019 / JOHN THYS
Antonio Tajani, presidente dell'Europarlamento
Anche il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani ha ribadito le parole di Nathalie Loiseau sottolineando che la rottura dei rapporti tra gli Stati danneggerebbe l'Italia e tutta l'Europa. Allo stesso tempo ha consigliato alla Francia di rivedere il proprio approccio alle questioni europee e africane:

"Mi auguro che non si arrivi ad una rottura delle relazioni con la Francia perché questo non è nell'interesse dell'Italia, detto questo non servono soltanto atti di buona volontà da parte di Roma, serve anche che la Francia tenti di avere un atteggiamento diverso nei confronti dell'Italia, ma anche per quanto riguarda l'Africa, un atteggiamento non egemonico".    

 

Tags:
Conflitto, Italia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik