Widgets Magazine
22:11 25 Agosto 2019
Paolo Grimoldi

Grimoldi: "Come minimo dobbiamo espellere ambasciatore francese"

© Foto : Paolo Grimoldi, Facebook
Italia
URL abbreviato
9270

Lo scontro tra Francia e Italia si è riaperto dopo la convocazione dell'ambasciatrice italiana a Parigi.

Ha reagito alla vicenda anche Paolo Grimoldi, vice presidente della Commissione Esteri della Camera e deputato della Lega. Secondo il deputato, sarebbe giusto espellere l'ambasciatore fracese a Roma, "in proporzione" alle loro azioni.

"Se la Francia si permette di convocare il nostro ambasciatore a Parigi solo per le battute delle ultime ore del vicepremier Di Maio allora noi, in proporzione, quando Macron e i suoi ministri la scorsa estate rovesciavano insulti e offese sul nostro Governo avremmo come minimo dovuto espellere il loro ambasciatore a Roma", si legge nel post del deputato leghista su Facebook.

Paolo Grimoldi ha anche rammentato le altre azioni non molto amichevoli della Francia. 

"Vorrei ricordare che a luglio il presidente francese Macron sentenziava che il Governo italiano aveva un atteggiamento cinico e irresponsabile chiudendo i suoi porti alla nave Aquarius della ONG Sos Mediterranee, peraltro una ONG franco-tedesca, e che i suoi ministri insultavano il nostro Governo, anche con espressioni come 'vomitevole'.E vogliamo ricordare come si sono comportati i francesi a Ventimiglia e a Bardonecchia con le incursioni di uomini della loro gendarmeria armati oltre il nostro confine?", ha concluso il vice presidente della Commissione Esteri della Camera.

Correlati:

Questa settimana ministro degli Esteri cinese sarà in visita in Francia ed Italia
Luigi Di Maio: sanzioni contro la Francia per la colonizzazione dell'Africa
Strage in mare, Di Maio: la Francia decolonializzi paesi africani
Tags:
Diplomazia, Lega, Luigi Di Maio, Paolo Grimoldi, Emmanuel Macron, Italia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik