19:45 21 Febbraio 2019
Luigi di Maio

Strage in mare, Di Maio: la Francia decolonializzi paesi africani

© Foto : Twitter - M5S
Italia
URL abbreviato
6152

Il vicepremier italiano Luigi Di Maio ha commentato la tragedia intervenendo a Vadti (Chieti).

"Su questa ennesima tragedia nel Mediterraneo saremmo degli ipocriti se continueremo a parlare degli effetti e non delle cause. Questi viaggi della disperazione nel Mediterraneo che provocano morti sono legati a una fase coloniale ancora in atto in Africa ad opera di alcuni Paesi europei. Se la Francia non decolonializza veramente le decine di Paesi in cui stampa addirittura ancora il franco delle colonia africane noi continueremo ancora ad avere un'Africa povera e un'Europa ipocrita che pensa agli effetti di cause che non ha mai affrontato", ha detto Di Maio.

A bordo del barcone naufragato c'erano 120 migranti, tra cui donne e bambini. Tre sono stati tratti in salvo dalla Marina militare. Gli altri risultano dispersi. Secondo le testimonianze di tre sopravvissuti arrivati a Lampedusa i migranti a bordo erano 120, ha dichiarato Flavio Di Giacomo, portavoce dell'Oim. "Partiti dalla Libia giovedì notte, dopo dieci, undici ore di navigazione il gommone ha cominciato ad affondare e le persone sono cominciate ad annegare, quindi parliamo di circa 117 dispersi, tra queste dieci donne tra cui una ragazza incinta e due bambini tra cui un bambino di soli due mesi". I migranti erano soprattutto dell'Africa occidentale, Nigeria, Gambia Costa d'Avorio, Camerun, ma anche dal Sudan.

 

Tags:
Migranti, Luigi Di Maio, Africa, Italia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik