03:54 26 Maggio 2019
Giuseppe Conte

Conte in Ciad: combattere traffico migranti a livello globale

© Sputnik . Alexey Vitvitsky
Italia
URL abbreviato
110

"Capire l'origine dei fenomeni, per questo sono nel Sahel".

"Ho sempre detto e ripetuto più volte, anche nelle varie riunioni del Consiglio europeo, che l'Unione europea non può subire il traffico illegale di vite umane, non può rimanere sopraffata da questa crudele realtà ma deve prevenirla, come deve prevenire le minacce terroristiche". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parlando a N'Djamena e in diretta Facebook al termine del vertice con il presidente del Ciad Idriss Déby.

"Sono due fenomeni — ha sottolineato il capo del Governo — che hanno un impatto fortemente negativo non solo qui in Africa ma anche in Europa. Serve una strategia, se non si elabora un approccio strutturale si rimane sopraffatti. Ieri dicevo che l'Unione europea può franare sotto l'impatto delle immigrazioni irregolari. Ci stiamo dividendo su questo, l'Europa rischia di pagare il conto".

A giudizio di Conte "bisogna capire l'origine di questi fenomeni e andare laddove hanno origine. E' la ragione per cui sono oggi nel Sahel, nel Ciad a dialogare con il presidente Deby, a raccogliere elementi di conoscenza di prima mano e condividere obiettivi. Non ci si può illudere di salvare le vite umane intercettando una rotta combattendo un gruppo di criminali Se oggi abbiamo tranquillità sul Mediterraneo centrale è apparente. Ci sono altre rotte che si stano sviluppando, il fenomeno va combattuto sul piano globale".

 

Correlati:

Più di 30.000 migranti sono morti o scomparsi nel mondo in 5 anni
Migranti: Conte, Malta è un caso eccezionale ma vogliamo che gli altri rispettino regole
Tags:
Giuseppe Conte, Ciad
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik