12:26 24 Marzo 2019
Roma, bandiera italiana

La Corte costituzionale non ha ammesso ricorso Pd sulla manovra

CC BY 2.0 / Dmitry Dzhus / Rome
Italia
URL abbreviato
270

Vanno abbandonate siffate procedure sprint ma non risultano gravità manifeste.

La Corte Costituzionale non ha ammesso il ricorso dei senatori Pd contro le modalità di approvazione a scataola chiusa della manovra da parte del Senato.

"La contrazione dei lavori per l'approvazione del bilancio 2019 — ha sottolineato la Consulta- è stata determinata da un insieme di fattori derivanti sia da specifiche esigenze di contesto sia da consolidate prassi parlamentari ultradecennali sia da nuove regole procedimentali. Tutti questi fattori hanno concorso a un'anomala accelerazione dei lavori del Senato, anche per rispettare le scadenze di fine anno imposte dalla Costituzione e dalle relative norme di attuazione, oltre che dai vincoli europei". Ma "in queste circostanze, la Corte non riscontra nelle violazioni denunciate quel livello di manifesta gravità che, solo, potrebbe giustificare il suo intervento".

"Resta fermo — ammonisce la Consulta- che per le leggi future simili modalità decisionali dovranno essere abbandonate altrimenti potranno non superare il vaglio di costituzionalità".

Fonte: Askanews

Tags:
manovra, Corte Costituzionale, PD, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik