Widgets Magazine
03:05 26 Agosto 2019
Luigi Di Maio

Di Maio: tutte situazioni emergenza avranno contributi diretti

© AP Photo / Andrew Medichini
Italia
URL abbreviato
120

Vicepremier visita luoghi colpiti dal sisma del 26 dicembre.

"E' stato un anno, quello 2018, in cui per le emergenze lo Stato è stato molto sollecitato e noi ci ritroviamo alla fine di quest'anno con eventi alluvionali, il Ponte Morandi e questi eventi sismici che avevano già colpito la provincia di Catania nei mesi scorsi. E' stato un anno nel quale siamo stati in prima linea più volte per cercare di affrontare queste emergenze e la grande sfida del 2019 è creare delle Leggi dello Stato che possano permetterci di affrontare le emergenze in maniere organica e fuori dal Patto di Stabilità".    

Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, oggi a Zafferana Etnea, uno dei Comuni del Catanese più colpiti dal sisma.

"L'ultima cosa che abbiamo fatto nel ‘decreto emergenze' è stato convertire per esempio i contributi che vanno alle attività private dal credito d'imposta al contributo diretto quindi con la dichiarazione dello stato di emergenza e con le ordinanze di Protezione civile anche quelle che sono attività private avranno il ristoro in tutte le situazioni di emergenza e lo avranno questa volta in maniera diretta e non doverlo ammortizzare con il credito d'imposta".

"In tutta Italia c'è una condizione degli edifici pubblici che è preoccupante quanto quella delle costruzioni private. Non è un caso che nell'ultima legge di Bilancio quella che approveremo alla camera in questi giorni siano stati stanziati molti fondi per lavorare all'adeguamento antisismico degli edifici pubblici e privati. Mi dispiace sapere che tra gli edifici che cadono quando c'è un evento sismico, o alluvionale gli edifici più fragili siano proprio quelli dello Stato. Questa è una cosa che non possiamo oggi scoprire perché è una questione che viene da molto lontano e provvederemo a colmare il gap il prima possibile".

"Sono in corso tutti i rilievi degli edifici danneggiati. Sono arrivate già 1.600 richieste di sopralluogo che stiamo eseguendo grazie al lavoro congiunto con le autorità e istituzioni interessate. Nella legge di bilancio sono stati stanziati fondi anche per gli adeguamenti antisismici. Il nostro obiettivo è dare il massimo contributo per fare ritornare alla normalità le famiglie".

"Sul piano di evacuazione mi associo alla dichiarazione fatta stamattina dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli che esorta i Comuni a lavorare al ‘piano di evacuazione' e a rafforzare quello che c'è nei Comuni che lo hanno fatto e a crearlo dove non c'è. E' chiaro che su questo tema dobbiamo fare di più come Stato. Adesso io penso sia il momento di lavorare tutti quanti insieme come stiamo già facendo: Stato, Comune, Regione Siciliana. Facciamo squadra per portare alla normalità prima possibile queste realtà e i cittadini che hanno subito lo shock di questo evento sismico".

Fonte: Askanews

Correlati:

Paura a Catania: sisma di magnitudo 4.8, ci sono feriti
Salvini e Di Maio visiteranno oggi luoghi colpiti dal terremoto
Di Maio promette di recarsi in Sicilia nelle zone colpite dal terremoto
Sicilia, terremoto su Etna: scossa più intensa di magnitudo 3.9
Tags:
calamità naturale, terremoto, sisma, Luigi Di Maio, Catania, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik