09:17 21 Novembre 2019
Giuseppe Conte

Manovra, Conte al Senato: mai arretrato da obiettivi del voto del 4 marzo

© Sputnik . Alexey Vitvitsky
Italia
URL abbreviato
153
Seguici su

"Mi sono assunto l'onere e anche la responsabilità di riannodare il dialogo affinché non fosse compromesso il processo riformatore che il governo intendeva realizzare". Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"In queste settimane in cui i canali di dialogo non si sono mai interrotti abbiamo lavorato ad avvicinare le posizioni senza mai arretrare rispetto agli obiettivi del voto del 4 marzoche sono prioritari nell'azione di governo". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante l'informativa al Senato sulla manovra.

"Interventi di equità sociale, di inclusione e sostegno al reddito che, in base a una stima iniziale, avrebbero prodotto un deficit del 2,4 %. A fronte della decisione del governo la commissione Ue ha espresso riserve preannunciando l'avvio della procedura di infrazione per disavanzo eccessivo. Si profilava così per il nostro Paese una prospettiva che andava evitata".    

In lettere all'Ue corretto il PUL all'1% l'anno prossimo

Prime Minister of Italy Giuseppe Conte at the NATO summit of heads of state and government, Brussels
© Sputnik . Alexey Vitvitsky
"Nella lettera" inviata alla commissione europea dal governo italiano "oltre alle nuove quantificazioni ho rilevato che le modifiche dovranno tener conto dell'evoluzione del quadro macroeconomico che evidenzia un peggioramento. Il rallentamento del ciclo economico impone un aggiornamento delle previsioni di crescita con il pil all'1% per l'anno prossimo". 

"Una variazione che si ripercuote sui saldi di bilancio e su l'entità della correzione strutturale richiesta dal patto di stabilità e crescita", ha spiegato il premier.

Reddito di cittadinanza e la Quota 100

Le misure simbolo della manovra, il reddito di cittadinanza e la 'Quota 100' per andare in pensione, verranno attuate nei tempi inizialmente previsti, ha detto Conte.

"Reddito di cittadinanza e quota 100 partiranno nei tempi che avevamo previsto".   

Ritardo non causato da incertezze governo

"Desidero esprimere il mio sentito ringraziamento a tutti voi, maggioranza ma anche opposizione per la comprensione che avete avuto in questi giorni in cui l'iter di esame della legge di bilancio ha proceduto con lentezza e ritardo rispetto ai tempi previsiti, rinvii non causati da incertezze interne alla maggioranza di governo".

La sede della Commissione Europea
© AFP 2019 / EMMANUEL DUNAND
"Un rallentamento dell'esame che ha determinato una compressione del dibattito in commissione a causa della complessa interlocuzione con le istituziomi Ue a cui abbiamo dedicato le nostre più risolute energie e il più denso impegno", ha aggiunto il premier.

"Questa interlocuzione ha richiesto inerosabilmente molto tempo, come inevitabile in un negoziato caratterizzato da forti connotazioni politiche seppure in un serrato confronto tecnico di natura finanziara e contabile", ha precisato Conte.    

Soluzione soddisfacente per Ue 

"Possiamo dire in coscienza di aver realizzato appieno il mandato ricevuto dai cittadini, dimostrando determinazione nell'esercizio delle prerogative di politica economica e pieno senso di responsabilità per trovare una soluzione condivisa buona per gli italiani e soddisfacente anche per l'Europa".    

Fonte: Askanews

Tags:
manovra, Giuseppe Conte, UE, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik