12:11 18 Gennaio 2019
Anziani

Ricercatori italiani: la vecchiaia arriva ai 75 anni

© Sputnik . Igor Zarembo
Italia
URL abbreviato
133

Dei ricercatori italiani hanno scoraggiato il mondo intero, suggerendo che l'età di 75 anni dovrebbe essere considerata l'inizio della vecchiaia biologica.

Tali informazioni inaspettate, supportate da fatti concreti, sono state espresse dai partecipanti al Congresso romano, dedicato ai problemi dell'invecchiamento umano. Secondo ricercatori affidabili, il mondo è cambiato molto negli ultimi anni: è ora di sbarazzarsi degli stereotipi che hanno perso la loro rilevanza e di guardare a una categoria non permanente come l'età da un punto di vista oggettivo.

In particolare, Niccolò Marchionni, professore all'Università di Firenze, è convinto che la maggior parte degli italiani di 60 anni sia adulto ma che non soffra di malattie croniche.

"Oggi l'italiano medio di 65 anni è nella stessa forma fisica e mentale che poteva avere 60 anni fa una persona di 30-45 anni, e i 75enni di oggi hanno la stessa forma fisica di un 55enne nel 1980. I dati demografici indicano che l'aspettativa di vita in Italia è aumentata di 20 anni rispetto al primo decennio del XX secolo", afferma il professor Marchionni.

L'Italia ha stabilito a lungo e con fermezza la reputazione del paese con il maggior numero di centenari nel Vecchio Mondo (in termini di numero di persone che hanno superato i 90 anni, non resta indietro rispetto al Giappone e agli Stati Uniti), così come la più vecchia nazione europea. Dei 60 milioni di persone nel paese, quasi un quinto della popolazione ha compiuto 65 anni, il che, dopo dichiarazioni molto convincenti da parte dei gerontologi italiani, è ormai difficile definirli "vecchi".

Correlati:

Sociologi: un quinto degli anziani europei sarà disabile entro il 2047
Scoperto il modo per prolungare la vita degli anziani
Le cellule cerebrali si formano anche nei più anziani, hanno scoperto i medici
Un pensionato su due in Italia sotto i mille euro
Tags:
Ricerca, Società, Anziani, società, persone anziani, societa civile, Ricerca scientifica, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik