03:56 23 Aprile 2019
Freddo

Mistero sulla morte di un indiano a Montevarchi, dormiva in strada ma era regolare

© Sputnik . Alexey Malgavko
Italia
URL abbreviato
204

Tragedia a Montevarchi: Sing Jaswinder, immigrato indiano di 39 anni diventato senzatetto da pochi mesi è morto nel sonno, in un androne.

E' morto in una piccola stanza di collegamento tra la galleria che unisce l'androne di un palazzo alla zona dei garage del condominio di una zona residenziale di Montevarchi, riferisce la Nazione di Arezzo.

E' morto da solo, senza che nessuno fosse a conoscenza della sua reale condizione. La sera precedente il «missionario» dei senzatetto, don Mauro Frasi, aveva compiuto il suo abituale giro per aiutare i clochard della zona, ma non si era accorto dell'indiano, che dormiva nascosto tra l'androne e la strada.

Sing Jaswinder, aveva 39 anni ed era in Italia come operaio agricolo, con regolare permesso di soggiorno.

L'amico con cui conviveva nell'appartamento nella stessa strada dove è morto si era trasferito in un'altra città, per questo motivo non ha più avuto possibilità di entrare nell'abitazione.

A trovarlo privo di vita, attorno alle 8 di ieri mattina, in quel riparo di fortuna dove spesso passava la notte, è stato Michele Starace, un condomino dell'edificio.

Accanto al corpo sono stati ritrovati alcuni cartoni vuoti di vino. Probabilmente Jaswinder aveva cercato di riscaldarsi così, prima di prendere il sonno che è risultato fatale nella prima vera notte sottozer dell'inverno.

Correlati:

Gli scienziati scoprono come gli uomini sono sopravvissuti al freddo 8200 anni fa
Sulla ISS creato il posto più freddo dell'Universo
Scienziati cinesi un orologio atomico freddo ancora più preciso
“Fa male respirare” trovato il luogo più freddo sulla Terra
Tags:
Incidente, società, senzatetto, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik