23:04 11 Dicembre 2019
Matrimonio fasullo

Trapani, 11 denunce per matrimoni fittizi per ottenere permessi di soggiorno

© CC0
Italia
URL abbreviato
105
Seguici su

Gli organizzatori cercavano ragazze nubili disposte a sposarsi con immigrati tunisini.

Il gruppo composto da 5 donne (quattro italiane e una di origini tunisine) e 6 uomini tutti di nazionalità tunisina organizzava finti matrimoni tra ragazze residenti in Italia e migranti clandestini provenienti dalla Tunisia. A scoprirlo è stata la guardia di finanza  di Mazara del Vallo.  Sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Marsala, è scattata la denuncia per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina contro undici malviventi. Quattro dei tunisini incriminati, fra l'altro, erano già finiti in manette nel 2017 grazie all'operazione "Sunrise".

Venivano combinati finti matrimoni tra immigrati clandestini tunisini e complici donne residenti le quali, in cambio di mille euro, come si era appreso da loro stesse in sede di interrogatorio, e alla presenza di testimoni altrettanto conniventi, si sono prestate a simulare il proprio assenso a contrarre matrimonio civile negli appositi riti officiati da pubblici ufficiali presso i Municipi di Campobello di Mazara, Castelvetrano e Ribera.

Celebrate le nozze, i neo-sposi prendevano strade differenti per condurre vite del tutto separate. Spesso i tunisini, in possesso di documenti regolari, lasciavano l'Italia per spostarsi liberamente fra i paesi UE.

I clandestini usufruivano di questa offerta avevano tre opzioni di pagamento: con somme di denaro ammontanti a circa euro 5.000; assicurando la propria disponibilità a detenere e rivendere sigarette importate di contrabbando dalla Tunisia; conducevano gommoni veloci utilizzati per il trasporto di migranti clandestini dalle coste tunisine a quelle mazaresi.    

Correlati:

Grecia: georgiano condannato a 290 anni di carcere per traffico di clandestini
Roma, sgombero al centro accoglienza migranti Baobab, bus portano via i clandestini
Tags:
Criminalità, Immigrazione, Immigrazione clandestina, Criminalità organizzata, Indagine, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik