12:42 18 Gennaio 2019
Polizia italiana

Confiscati beni per 200 milioni € ad eredi di imprenditore vicino a Cosa Nostra

© flickr.com/ dlisbona
Italia
URL abbreviato
0 51

La Dia ha sequestrato beni dal valore di 200 milioni di euro agli eredi di un imprenditore siciliano legato a Cosa Nostra.

Come osservato in un comunicato della Direzione Investigativa Antimafia, Vincenzo Rappa si è spento all'età di 87 anni nel 2009. Cinque anni prima era stato condannato per mafia e riciclaggio di denaro sporco.

La morte di Rappa non ha fermato l'inchiesta, durante cui sono emersi i suoi stretti legami con i più grandi clan della mafia siciliana e l'origine criminale della sua fortuna.

Il suo sostegno a Cosa Nostra, costituito da elargizioni volontarie su base regolare di ingenti somme di denaro ai rappresentanti dei clan, gli ha dato l'opportunità di ricevere importanti commesse e comprare a prezzi di favore immobili.

Durante l'operazione sono state confiscate 183 proprietà immobiliari, tra cui un edificio storico del 18° secolo nel centro di Palermo, una villa di 2.300 metri quadrati, una palazzina di 8 piani, diverse società, conti bancari ed azioni.

Tags:
Mafia, Giustizia, Direzione Investigativa Antimafia - Dia, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik