05:58 19 Dicembre 2018
La nave Aquarius

Sospese le attività dell'Acquarius. Msf e Sos Méditerranée accusano l'Italia

© AP Photo / Salvatore Cavalli
Italia
URL abbreviato
8241

Msf ha accusato l'Italia e la sua "prolungata campagna" del fatto che la nave ha passato due mesi nel porto di Marsiglia senza ottenere una bandiera. Hanno promesso però di cercare nuovi modi per fornire loro l'assistenza umanitaria e le cure mediche "finché le persone continueranno a morire in mare o a subire atroci sofferenze in Libia".

"Dopo due mesi in porto a Marsiglia senza riuscire a ottenere una bandiera, e mentre uomini, donne e bambini continuano a morire in mare, Msf e SOS Méditerranée sono costrette a chiudere le attività della nave Aquarius».

Lo annuncia in una nota Claudia Lodesani di Msf menzionando "il crescente clima di criminalizzazione dei migranti e di chi li aiuta".

In tal modo, dice la nota, si perde il principio stesso dell'umanità. 

"Negli ultimi due mesi, con persone disperate che continuano a fuggire in mare lungo la rotta migratoria più letale al mondo, la nave Aquarius è rimasta bloccata in porto, impossibilitata a portare avanti la propria azione umanitaria salvavita. È il risultato della prolungata campagna avviata dal governo italiano e supportata da altri stati europei, per delegittimare, diffamare e ostacolare le organizzazioni umanitarie impegnate a soccorrere persone vulnerabili nel Mediterraneo. Insieme alle inadeguate e inumane politiche migratorie dell'Unione Europea, questa campagna contro le organizzazioni in mare sta minando il diritto internazionale e i principi umanitari. In mancanza di una soluzione immediata, Msf e Sos Mediterranee non hanno altra scelta che porre fine alle operazioni della nave Aquarius".

Tags:
ONG, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik