06:38 19 Dicembre 2018
Un auto euro2 in una via di Cagliari

Manovra, nuova ecotassa sulle auto inquinanti. Critiche dai sindacati e costruttori

© Sputnik . Aleksandr Vilf
Italia
URL abbreviato
307

Apparsa nella manovra di bilancio italiano una nuova tassa ecologica sulle auto più inquinanti. Ne ha parlato il ministro del lavoro Luigi Di Maio menzionando anche dei nuovi incentivi per chi ha auto più ecologiche, scrive Rai News.

Nella manovra del bilancio è apparsa una nuova tassa ecologica per le auto in base alle emissioni di Co2. L'emendamento è stato approvato dalla commissione bilancio della Camera.

Dall' 1 gennaio 2019 entrerà in vigore un'imposta crescente per chi immatricola una nuova macchina con emissioni superiori a 110 g/km. La tassa varia dai 150 ai 3.000 euro.

Chi acquista auto con emissioni tra 0 e i 90 g/km potrà invece ricevere un incentivo fiscale dai 6.000 e fino ai 1.500 euro.

Del "bonus malus" ha parlato il ministro del Lavoro Luigi Di Maio sostenendo che "le auto elettriche costeranno di meno e finalmente le portiamo sul mercato, dove finora hanno avuto una quota irrisoria".

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini si oppone alla misura criticando soprattutto la parte che prevede la nuova tassa:

"Se ci sono bonus per chi vuole cambiare, benissimo. Ma non penso che ci sia qualcuno che ha un euro3 diesel per il gusto di avere la macchina vecchia, evidentemente non ha i soldi per comprarsi la macchina nuova", ha detto il ministro ai microfoni di Radio 1.

​La misura non piace neanche ai sindacati che la definiscono l'ennesimo schiaffo del governo all'industria italiana e all'ambiente e temono che la sua introduzione potrebbe mettere a rischio 50 mila posti di lavoro.

 

Tags:
inquinamento, Auto, Sindacati, Luigi Di Maio, Matteo Salvini, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik