17:44 18 Dicembre 2018
Slot machines (macchine mangiasoldi)

Verona, prete ludopatico si gioca 900mila euro dei fedeli

CC0 / Pixabay
Italia
URL abbreviato
1049

Il prete è stato a capo della parrocchia dal 2007 al 2017. Come scrive il giornale locale L'Arena, a partire dall'anno 2014 il prete continuamente chiedeva soldi ad alcuni parrocchiani.

Chiede ai parrocchiani soldi con la scusa di prestiti di comunità, per lavori da fare in parrocchia o per aiutare famiglie povere. E li gioca a slot machine. Ecco la storia che continuava per almeno tre anni e il cui protagonista era Don Giuseppe Modena, parroco della chiesa di San Giovanni Battista in Tomba Extra.

Ha iniziato a chiedere soldi ai fedeli nel 2014 e a poco a poco sono iniziati a circolare le voci sul vizio del gioco del sacerdote. Il malcontento dei parrocchiani cresceva fino a che tre anni dopo abbia dovuto intervenire il vescovo di Verona Giuseppe Zenti. Nel 2017 ha trasferito il parroco affetto da ludopatia ad un altro incarico con l'obiettivo di aiutarlo a togliere il vizio.

Ora si parla di almeno 900mila euro spariti in nulla. I parrocchiani dicono che Don Giuseppe gli ha derubati e chiedono alla Curia la restituzione del denaro.

Tags:
Verona, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik