09:51 15 Dicembre 2018
L'incontro tra i ministri degli Esteri italiano e russo, Enzo Moavero Milanesi e Sergei Lavrov

Farnesina richiama ambasciatore egiziano nell'ambito del caso Regeni

© Sputnik . Григорий Сысоев
Italia
URL abbreviato
725

Il Ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha richiamato l'ambasciatore egiziano nell'ottica dell'indagine della morte di Regeni.

Tale mossa diplomatica è stata effettuata "al fine di sollecitare le autorità egiziane in modo che si rispettino gli obblighi presi ad alto livelli, per fare giustizia sull'omocidio barbaro di Giulio Regeni, sottolinea la Farnesina.

Tenendo conto delle dichiarazioni dell'ambasciatore egiziano di voler  collaborare con le procure dei due paesi, il ministro Moavero ha espresso la rivendicazione dell'Italia nel vedere gli sviluppi concreti nell'indagine, si legge nel messagio.

Dottorando dell'Università di Cambridge Giulio Regeni si occupava di una ricerca nella capitale egiziana e collaborava con i media italiani. E' scomparso il 25 gennaio 2016  e solo il 3 febbraio è stato reso noto che era morto. 

Il suo corpo è stato trovato in una fossa nei pressi di Cairo. I resultati dell'esame medico hanno dimostrato che prima della morte lo studente ha subito delle torture.

Recentemente in settimana la procura italiana ha annunciato che a breve saranno resi pubblici i nomi dei primi sospettati. Secondo i media si tratta di sette agenti di forze speciali dell'Egitto    

Correlati:

Regeni, l'università di Cambridge non risponde alla Procura italiana
Regeni, l'Egitto ordina ai media la censura sul caso
Tags:
Indagine, Enzo Moavero Milanesi, Egitto, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik