14:12 15 Dicembre 2018
Luigi di Maio

Manovra, Di Maio: no guerra con Ue, ma punti cardine non cambiano

© Foto : Twitter - M5S
Italia
URL abbreviato
221

Il vicepremier Luigi Di Maio ribadisce di non voler fare la guerra con l'Unione europea sulla manovra, ma l'impianto delle misure decise dal governo non cambia.

In una lunga intervista a Repubblica il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro afferma che, dopo l'apertura della procedura d'infrazione Ue, sulla manovra "da parte nostra ci sarà il massimo dialogo, ma non possono chiederci di tradire gli italiani".

"Non si tratta di fare la guerra all`Europa, ma di rispettare le promesse. E non è che facciamo tutto subito perché abbiamo esigenze politiche: il nostro obiettivo è mettere in sicurezza parti di società che non possono aspettare" spiega Di Maio. "La condivisione e il dialogo sono valori alla base di tutta la nostra permanenza nell`Unione europea e siccome noi vogliamo restare è giusto che si dialoghi".

E sulle preoccupazioni dei mercati, che hanno spinto lo spread tra Btp e Bund ben oltre i 300 punti "è normale che in questi giorni, in attesa della decisione europea, ci fosse grande preoccupazione sui mercati". Ma "adesso c`è un punto di partenza chiaro, la procedura è avviata, lo spread comincia a scendere".

"Non taglieremo i punti cardine della manovra, ma i prossimi giorni permetteranno ai mercati di essere rassicurati: è importante ripetere che questo governo non vuole uscire dall'Europa e dall'euro, sarebbe anche un bene ribadirlo ai media esteri".    

Fonte: Askanews

Correlati:

Manovra, Tria: non necessari al momento interventi straordinari
Conte: “Roma non è pronta a modificare la manovra respinta dall’UE”
Salvini: "nessun passo indietro" sulla manovra
Tags:
manovra, Luigi Di Maio, Europa, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik