11:12 16 Dicembre 2018
Chef in cucina

Cuoco veneto con stella Michelin delizia i palati dei propri clienti con "aria fritta"

© Depositphotos / Stockyimages
Italia
URL abbreviato
203

L’aria? Si può friggere. E pure mangiare. Parola dello chef stellato del Veneto Nicola Dinato. E' un concetto gastronomico, per far capire alla gente che stiamo vivendo in un'epoca in cui il nulla ha sempre più rilevanza. La notizia è riportata da corriereQuotidiano.it.

Lo chef Nicola Dinato serve come antipasto una bolla di aria condita con ozono, tuttavia la ricetta resta segreta.

 

 

Nicola Dinato, chef al ristorante Feva di Castelfranco che nel 2015 ha ottenuto la sua prima stella Michelin, ha svelato alcuni segreti di questo piatto unico e sorprendente:

"per friggere l’aria abbiamo pensato ad una nuvola di tapioca, che andiamo a cucinare in forno e poi successivamente a friggere. Poi andiamo ad avvolgerla nella carta assorbente, in modo da eliminare tutti i grassi. La cosa simpatica è che per dare quel tocco di aria andremo a inserire un po’ di ozono".

Dopo dieci minuti per inserire l'ozono, si possono servire quelle che sembrano palle trasparenti. Leggere, inconsistenti. Come l’aria.

Correlati:

Tribunale in UE stabilisce che il gusto del cibo non è protetto dai diritti d’autore
Consegnati scatoloni di cibo dai militari russi nella provincia siriana di Hama
Mangiare il cibo dei fast food fa venire la depressione
Tags:
Gastronomia, Società, Cibo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik