18:54 16 Dicembre 2018
Quel che resta del Ponte Morandi a Genova

Sindaco di Genova annuncia la data di inizio dei lavori per demolizione ponte Morandi

© REUTERS / Stringer
Italia
URL abbreviato
0 20

La demolizione del ponte Morandi parzialmente crollato a Genova inizierà il 15 dicembre.

Lo ha dichiarato durante una trasmissione a Sky Tg24 il sindaco di Genova Marco Bucci, nominato commissario di emergenza per la ricostruzione del cavalcavia collassato lo scorso agosto.

"Il mio piano prevede che la demolizione del ponte inizi il 15 dicembre", ha detto Bucci.

Allo stesso tempo il primo cittadino del capoluogo ligure ha chiarito che entro la fine di novembre dovrebbe essere presentato il progetto di smantellamento, che sarà poi inviato in Procura per l'approvazione, inoltre anche i membri della commissione tecnica speciale dovranno studiarlo. Pertanto i lavori di demolizione potranno iniziare solo dopo il via libera della Procura di Genova. Al momento il ponte Morandi è confiscato per l'inchiesta.

Il 14 agosto il cavalcavia autostradale (autostrada A10 Genova-Savona) costruito negli anni '70 è crollato mentre sul capoluogo ligure si abbatteva un violento nubifragio. Al momento dell'incidente c'erano più di 30 auto e 3 camion. A seguito del crollo, 43 persone sono rimaste uccise. Inoltre diverse centinaia di persone hanno perso la casa, danneggiata per la caduta del ponte.

Circa 20 persone indagate per la sciagura, così come due società: Autostrade per l'Italia, gestore della rete autostradale, e il suo partner Spea Engineering. Il governo aveva approvato un decreto speciale che disciplina la procedura per i lavori di ricostruzione, da cui viene esclusa Autostrade per l'Italia. Inoltre l'esecutivo ha intenzione di privare la società delle concessione per gestire la rete autostradale nazionale.

Tags:
politica interna, Economia, Società, Trasporto, ponte, Marco Bucci, Italia, Genova
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik