07:16 17 Novembre 2018
Enzo Moavero Milanesi

Enzo Moavero Milanesi al Pais: sanzioni non dovrebbero disturbare il dialogo con la Russia

© Sputnik . Григорий Сысоев
Italia
URL abbreviato
251

Il ministro degli Esteri italiano Enzo Moavero Milanesi in un'intervista al giornale spagnolo El País ha esortato a rafforzare il dialogo con la Russia, nonostante le sanzioni europee. Inoltre Moavero Milanesi ha osservato che al momento sempre più italiani sono delusi dalla UE.

Il ministro degli Esteri italiano Enzo Moavero Milanesi ha sostenuto la necessità di rafforzare il dialogo con la Russia, nonostante le sanzioni dell'UE contro Mosca. Ne ha parlato in un'intervista al quotidiano spagnolo El País.

Nell'intervista con il giornale iberico, Moavero Milanesi ha notato che al momento il principale problema dell'Unione europea è la disunità. Secondo il capo della diplomazia italiana, l'Unione Europea è diventata un "arcipelago di isole", in cui molti Stati da soli o con il sostegno di alcuni membri si confrontano con altri Paesi su varie questioni.

In particolare il discorso riguarda lo sviluppo economico europeo e la questione migratoria.

Allo stesso tempo Moavero Milanesi ha sottolineato che sempre più italiani si sentono illusi dalla UE e provano "disagio". Secondo il ministro, è dovuto essenzialmente a due ragioni.

"La prima è legata al superamento definitivo delle terribili conseguenze di una crisi economica e finanziaria su larga scala. La seconda è legata ai flussi migratori. Si tratta di due questioni completamente diverse che comunque hanno qualcosa in comune: la solidarietà tra i Paesi membri della UE. Al momento in Italia, anche se non solo in Italia, sempre più persone credono che in Europa non ci sia più solidarietà", ha detto Moavero Milanesi.

Per quanto riguarda un'altra questione su cui le posizioni dei Paesi della UE divergono, il ministro ha chiesto di non rendere il regime di sanzioni un obiettivo europeo.

"Il sistema di sanzioni è un sistema temporaneo di strumenti che promuove il rispetto delle norme internazionali; le sanzioni non dovrebbero diventare un obiettivo", ha rilevato il ministro nell'intervista.

Inoltre Moavero Milanesi ha invitato al dialogo con la Russia.

"Il dialogo con la Russia dovrebbe essere rafforzato, e sensibilmente, per ottenere i risultati desiderati e soprattutto in modo che non si trasformi in una punizione della società civile russa e dei cittadini".

Allo stesso tempo ha affermato che Roma vorrebbe che la UE si preoccupasse non solo della Russia, ma anche dei problemi italiani: l'immigrazione e l'instabilità.

"Vorremmo che la UE e la NATO si preoccupassero dei Paesi meridionali dell'Europa, come curano gli interessi del fianco settentrionale e orientale. Se si aspettano la solidarietà dai Paesi mediterranei relativamente a quello che succede ad est della UE, vorremmo vedere la stessa solidarietà su quello che accade nel sud dell'Europa", ha concluso Enzo Moavero Milanesi nell'intervista al País.

Correlati:

Moscovici: Serve intesa con Italia altrimenti Bruxelles può imporre sanzioni
L'Italia deve scendere a compromessi con Bruxelles per il bilancio
Governo italiano ritiene sbagliate le valutazioni di Bruxelles su manovra economica
Sanzioni contro la Russia e commercio internazionale
Il leghista Borghezio propone all’Europarlamento la revoca delle sanzioni contro la Russia
Tags:
Immigrazione, Dialogo, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, sanzioni antirusse, Crisi dei migranti, Unione Europea, Enzo Moavero Milanesi, UE, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik