10:28 21 Novembre 2018
Pierre Moscovici, Commissario Europeo per l'Economia e Finanza

Moscovici: Serve intesa con Italia altrimenti Bruxelles può imporre sanzioni

© AFP 2018 / Emmanuel Dunand
Italia
URL abbreviato
9111

Bruxelles può imporre sanzioni all’Italia sulla sua manovra, respinta dall’Unione europea, ma solo se le due parti non riescono a trovare un’altra soluzione.

Lo ha dichiarato il commissario europeo per gli affari economici e finanziari Pierre Moscovici. Il mese scorso la Commissione europea ha chiesto all'Italia di rivedere il suo progetto di bilancio 2019, che prevede una spesa pubblica elevata. Roma dovrebbe dare una risposta formale a Bruxelles entro il 13 novembre.

"Vorrei un dialogo ma le sanzioni possono essere applicate se non riusciamo a raggiungere questo accordo nel quadro di regole comuni", ha dichiarato Moscovici prima della sessione del Consiglio Economia e finanza. Il commissario Ue ha sottolineato che le sanzioni sono sempre state un "fallimento" e ha suggerito di procedere "passo dopo passo".

"La politica con un debito pubblico elevato non è favorevole alla crescita", ha aggiunto Moscovici. L'obiettivo di un disavanzo del 2,4% del PIL proposto dal governo italiano è al di sotto della soglia del 3% prevista da Bruxelles. Tuttavia, secondo le regole dell'UE, i membri del blocco dovrebbero mantenere il loro debito al di sotto del 60% del PIL, o, se superiore, lavorare per ridurlo. Il rapporto debito/PIL dell'Italia nel 2017 si è attestato al 131,2 per cento.

Tags:
Pierre Moscovici, UE, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik