13:26 20 Novembre 2018
Vladimir Putin e Donald Trump (foto d'archivio)

Senatore Lucio Malan valuta l'imminente incontro tra Putin e Trump ad Helsinki

© Sputnik . Michael Klimentyev
Italia
URL abbreviato
223

Il senatore di Forza Italia Lucio Malan ritiene che l'imminente incontro tra i presidenti di Stati Uniti e Russia, Donald Trump e Vladimir Putin, sia nell'interesse dell'Europa, in quanto potrebbe agevolare il superamento delle divergenze e portare alla cancellazione delle sanzioni.

I colloqui tra Trump e Putin si svolgeranno lunedì 16 luglio ad Helsinki. Washington e Mosca hanno determinato un'ampio insieme di questioni che saranno discussi nel primo faccia a faccia tra i presidenti dei due Paesi.

"Spero che questo incontro sarà fruttuoso e aiuti a superare le profonde differenze tra Stati Uniti e Russia, sia quelle prima dell'insediamento di Trump alla Casa Bianca, sia quelle emerse durante la sua presidenza. Sono state inoltre influenzate dal clima nei rapporti tra la Russia e l'Unione Europea," — ha dichiarato il senatore Malan a Sputnik.

Secondo il politico italiano, l'incontro aiuterà a comprendere che ci sono più interessi che uniscono tra Stati Uniti, Italia, Europa nel suo complesso e la Russia rispetto a quelli che dividono.

"Normalmente quando due Paesi hanno punti di vista differenti, hanno molto terreno comune sulle principali questioni: la lotta contro il terrorismo, la difesa di una forma di civiltà, basata sullo stato di diritto. Nei diversi Paesi viene interpretata in modi differenti, a questo proposito la Russia si differenzia dagli altri Paesi occidentali, ma ha ancora radici comuni. Mi auspico che l'incontro vada in questa direzione".

E' convinto che la questione della Crimea sarà discussa durante i colloqui.

"Naturalmente devono discutere le questioni delicate. Trump ha annunciato un'apertura alla questione della Crimea. Parlo dal punto di vista dell'Italia e dell'Europa, dato che è un argomento estremamente importante su cui si basano le sanzioni contro la Russia. Ma sappiamo che il motivo per cui l'Unione Europea ha preso una posizione unitaria non è puramente legato alla Crimea, ma ai timori della Russia dei Paesi confinanti, molto diffidenti nei confronti di Mosca", — ha osservato Malan.

"Penso che nell'interesse dell'Europa, tenendo conto della reale apertura di Trump e Putin, sia perseguire in parallelo con gli Stati Uniti una politica aperta nei confronti della Russia, che porterebbe al superamento delle sanzioni, ma anche a chiedere specifiche garanzie di Mosca sulle questioni che preoccupano l'Europa orientale", ha sottolineato il politico.

"Migliori saranno i risultati dell'incontro, meglio sarà per l'Europa", ha concluso Malan.

La Crimea è diventata una regione russa dopo il referendum del marzo 2014, in cui il 96,77% degli elettori della penisola e il 95,6% di Sebastopoli ha votato per la riunificazione con la Russia. Le autorità di Crimea hanno indetto il referendum dopo il colpo di stato a Kiev di Euromaidan nel febbraio 2014. L'Ucraina considera ancora la Crimea un suo territorio, ma "temporaneamente occupato".

La leadership russa ha ripetutamente dichiarato che gli abitanti della Crimea hanno votato democraticamente per riunirsi con la Russia, in piena conformità con il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite. Secondo il presidente russo Vladimir Putin, la questione della Crimea "è chiusa definitivamente".

Correlati:

Maas: aspettative per l'incontro di Putin con Trump
Il più diffuso giornale della Finlandia ha pubblicato una lettera per Putin e Trump
Lavrov: qual'è l'ideale risultato dell'incontro di Putin e Trump
Putin può discutere con i leader europei l'incontro di Helsinki con Trump
Theresa May chiede a Trump di sottolineare l'unita della NATO nei colloqui con Putin
Finlandia "chiude" i confini interni dell'Ue per l'incontro tra Putin e Trump
“Il vertice della NATO si svolge all'ombra dell'incontro tra Putin e Trump ad Helsinki”
Tags:
Geopolitica, Occidente, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Unione Europea, Lucio Malan, Vladimir Putin, Donald Trump, Europa, Europa orientale, Crimea, Italia, UE, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik