13:49 17 Luglio 2018
Vladimir Putin interviene al Forum Economico Russia-Italia (foto di repertorio)

Finchè Si rischia la "tempesta perfetta"

© Sputnik .
Italia
URL abbreviato
Relazioni italo russe (19)
2171

Forum Italia-Russia a Milano: cooperazione e business oltre le sanzioni.

Dal 2014 ad oggi, da quando sono state introdotte le sanzioni economiche alla Russia, l'export italo-russo ha perso dai 2 ai 4 miliardi all'anno, circa 10 miliardi in tutto. Oltre alle sanzioni e alle loro ripercussioni per l'Italia, nel corso del Forum Italia-Russia, organizzato a Milano dall'eurodeputato Stefano Maulli, si è discusso anche di cooperazione strategica e dei rapporti bilaterali tra i due Paesi, di geopolitica di gas e di opportunità di nuovi business.

"I legami plurisecolari tra Italia e Russia devono essere implementati. Il rapporto con la Russia deve essere consolidato, rafforzato, perché Mosca è da considerare un partner strategico, un alleato fondamentale per l'Italia e per tutta l'Europa" — ha affermato in apertura Maullu.

Particolarmente significativo l'intervento, da parte russa, di Sergey Zheleznyak, vicepresidente della Duma di Stato russa:

"La collaborazione tra Italia e Russia è cruciale, bisogna assolutamente mantenere vivo il dialogo. Al giorno d'oggi, purtroppo, le decisioni sui rapporti italo-russi non sono prese a Roma a Mosca, ma a Bruxelles o a Washington. Tutto ciò è controproducente, perché l'Italia ha una sua sovranità e dovrebbe essere in grado di decidere per conto suo".

Zheleznyak ha invitato le autorità italiane a unirsi alla Russia "nei suoi sforzi contro le minacce globali", dichiarando inoltre che Mosca sarebbe pronta a intavolare discussioni con l'Italia "su tematiche difficili e complicate come le sanzioni".

Secondo il vicepresidente della Duma, le opportunità di business tra la Russia e l'Italia sarebbero facilitate dalla disposizione favorevole dei businessmen russi, che secondo Zheleznijak "vogliono cooperare e costruire nuovi affari".

L'ambasciatore dell'Italia nella Russia Pasquale Terracciano
© Foto : Maksim Platonov
L'ambasciatore dell'Italia nella Russia Pasquale Terracciano

Al Forum ha preso parte anche Pasquale Terracciano, Ambasciatore italiano a Mosca, il quale, dopo aver espresso l'augurio che i rapporti tra Italia e Russia possano raggiungere una nuova fase di normalizzazione, ha lanciato l'allarme per l'imminente "tempesta perfetta" che potrebbe abbattersi sull'Europa a causa delle sanzioni ripetutamente annunciate dagli Stati Uniti:

"Noi — ha proseguito Terracciano — rischiamo ora la tempesta perfetta: mentre gli Stati Uniti continuano a imporre sanzioni con effetto extra territoriale senza prima parlarne con l'Europa, alla Duma è stato presentato un progetto che criminalizza i soggetti russi che collaborano con chi presenta sanzioni contro la Russia". Molte nostre imprese, ha aggiunto l'ambasciatore, "hanno creato entità giuridiche in Russia e quindi sarebbero soggette a queste contro sanzioni che porterebbero a un blocco economico che dobbiamo scongiurare in tutti i modi, in particolare attraverso un metodo italiano già utilizzato al vertice Nato di Pratica di Mare per evitare escalation fuori controllo".

La via del dialogo quindi è l'unica perseguibile per risolvere i problemi che investono attualmente il rapporto tra Russia ed Europa, Italia in particolare. Rappresentanti dell'imprenditoria e delle istituzioni italiane e russe si siederanno nuovamente di fronte a un tavolo il prossimo 24 maggio a San Pietroburgo, quando in occasione del Forum Economico Internazionale, è prevista una sessione dedicata alla relazioni bilaterali fra i due paesi.

 

Tema:
Relazioni italo russe (19)
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik