09:32 05 Dicembre 2016
    La torre di Pisa

    L'Italia è più vicina a Mosca con il nuovo centro visti

    © Sputnik.
    Italia
    URL abbreviato
    3618130

    Mercoledì 30 novembre apre a Mosca il nuovo centro visti italiano. E' il terzo nella Capitale Russa.

    La crisi non ferma l'interesse dei russi per l'Italia. Se volare verso il Bel Paese è diventato più caro, ricevere il visto da oggi per i cittadini russi è più semplice, grazie all'apertura dei nuovi centri visti italiani — 25 in tutta la Russia.

    Il 30 novembre a Mosca, alla presenza dell'ambasciatore italiano Cesare Maria Ragaglini, verrà inaugurato il nuovo centro visti, in un periodo "strategico" dell'anno per il turismo, con le festività di fine anno alle porte.

    L'apertura del nuovo centro visti si inserisce nella strategia di promozione turistica dell'Italia in Russia, appoggiata dalla stessa Ambasciata e dall'Ente Nazionale per il Turismo.

    Nel 2014 è stato inaugurato il portale latuaitalia.ru, pensato appossitamente per presentare l'offerta turistica dell'Italia ai visitatori russi, mentre dal 2015 l'Italia concede con procedura semplificata i visti ai cittadini russi già stati in possesso di un visto Schengen.

    Secondo l'ATOR, l'associazione russa dei tour operator, nell'anno trascorso c'è stato un aumento della richiesta di pacchetti turistici con destinazione Italia, quantificabile in un 20-25% rispetto al 2015, quando il calo era stato del 35% rispetto al 2014.

    Parallelamente è cresciuto anche il flusso turistico verso la Russia dall'Italia, che ha fatto segnare un +2% nel 2016 rispetto al 2015.

    Correlati:

    Russia, per la prima volta sarà premiato il turismo d’affari
    Associazione Tour Operator Russi: il terremoto in Italia non influisce sul turismo
    Turismo, la Crimea tira le somme: sei milioni di visitatori nel 2016
    Tags:
    Turismo, Visto, Russia-Italia, Italia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • nikita
      L'unico meccanismo serio è ripercorrere la strada che aveva provato Berlusconi, ovvero istituire un protocollo d'intesa trai due Paesi per eliminare i visti.
    Mostra nuovi commenti (0)

    Top stories

    • Matteo Renzi

      Il Referendum Costituzionale in Italia ha visto la vittoria del NO, con il 60% dei voti. Il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso.

      15683
    • Il teatro Bolshoi

      Mosca splenderà con le luci italiane, che abbelliranno diverse piazze e vie della capitale russa. È tempo di allegria e serenità, di sogni e speranze per il futuro. Per un vero Capodanno a Mosca non poteva mancare il talento italiano. Italia e Russia, è ora di fare festa insieme!

      4959
    • Petro Poroshenko

      L’avvocato veronese Guariente Guarienti ha depositato una denuncia alla Procura di Verona nei confronti del presidente della Repubblica Ucraina Petr Poroshenko per il mancato ritorno in Italia dei 17 quadri tra cui le opere di Tintoretto, Mantegna e Rubens.

      61280
    • Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

      Dal 1 al 3 dicembre sta svolgendo a Roma il Forum MED "Beyond turmoil, a positive agenda". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato uno dei principali protagonisti del forum. Ha parlato della sicurezza comune, lotta al terrorismo e del futuro del Medio Oriente. Ecco il riassunto del suo intervento.

      131797
    • Visitatori alla più grande mostra al mondo della collezione dei Musei Vaticani Roma Aeterna.

      “Roma Aeterna”, una mostra eccezionale che ha portato a Mosca i tesori della Pinacoteca Vaticana. Un evento senza precedenti: il pubblico russo potrà ammirare alla Galleria Tretyakov 42 capolavori di Caravaggio, Raffaello, Bellini, Guercino, solo per citare alcuni nomi. Viva l’arte, ponte imbattibile fra Russia e Italia.

      3767
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      222540