09:32 05 Dicembre 2016
    Il direttore generale di Rossiya Segodnya Dmitry Kiselevalla presentazione di Sputnik, nuovo marchio nel mondo dei mass media internazionali

    Stretta Ue sui media russi, Ferrari: Risoluzione conferma dittatura mediatica di Bruxelles

    © Sputnik. Alexey Filippov
    Italia
    URL abbreviato
    L'Europarlamento approva la risoluzione contro i mass media russi (22)
    6521150

    La risoluzione contro la "propaganda" media russa adottata dal Parlamento europeo è una violazione della libertà di parola e riafferma la dittatura mediatica del blocco. Lo ha detto Gianmatteo Ferrari, membro del partito italiano della Lega Nord.

    Mercoledì scorso, il Parlamento Ue ha votato a favore di una risoluzione sul contrasto a tali mezzi di comunicazione della Federazione, come l'agenzia di stampa Sputnik e l'emittente RT.

    Su 691 parlamentari che hanno partecipato al voto, 304 si sono espressi a favore della risoluzione, 179 hanno votato contro e 208 si astenuti. Pertanto, meno della metà dei legislatori ha sostenuto l'iniziativa.

    "L'Ue è una dittatura politica e mediatica e la presente risoluzione contro i media russi è la conferma. E' certamente una violazione della libertà di parola e di stampa. E purtroppo è solo la punta di un iceberg", ha detto Ferrari. 

    La delegazione degli imprenditori veneti a Donetsk
    © Foto: fornita da Eliseo Bertolasi

    La risoluzione del Parlamento afferma che Sputnik e RT rappresentano un pericolo per l'unità europea e ha chiesto più finanziamenti della Commissione europea per i progetti di contro-propaganda. Traccia anche parallelismi tra i media russi e la propaganda diffusa dall'Isis.

    Secondo Ferrari, ci sono violazioni ancora più gravi dei diritti nell'Unione europea, come la limitazione delle libertà dei popoli.

    "Ci sono eventi ancora più gravi come la limitazione della libertà dei popoli. Se una nazione tiene un referendum i cui risultati non si adattano ai politici di Bruxelles, questo è considerato nullo o si ri-fà una legge che lo aggira", ha aggiunto.

    Il presidente russo Vladimir Putin, commentando l'adozione della risoluzione del Parlamento europeo sui media russi, si è congratulato con i giornalisti di RT e Sputnik per il lavoro efficace e ha sottolineato che questa risoluzione ha indicato l'apparente degrado del concetto di democrazia nella società occidentale. Putin ha anche espresso la speranza che il buon senso prevalga e che non ci saranno restrizioni effettive contro i media russi.

    Tema:
    L'Europarlamento approva la risoluzione contro i mass media russi (22)

    Correlati:

    Cremlino: pronti a misure di risposta a difesa media russi dopo risoluzione Europarlamento
    Il Consiglio sicurezza della Russia ha discusso della risoluzione UE contro i media russi
    Parlamento siriano condanna risoluzione europea contro media russi
    L’Europarlamento si allinea alla russofobia e censura i media non allineati
    Tags:
    Sanzioni contro la Russia, Media, RT, Sputnik, Russia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • Harald
      Diciamo che la questione ora è palese.....ma non siamo in dittatura solo mediatica....lo siamo in tutti i sensi.
      Basta vedere qua in italia da chi siamo governati....è un governo non eletto dal popolo.....l'ultimo che era stato eletto dal popolo (Berlusconi) è stato costretto a dimettersi....da Bruxelles e soprattutto dalla Germania....attraverso giochetti di denaro che tutti ben conoscono....perche non obbediva!!
    • giovanni
      Arriva il momento giusto per spaccare il culo a questi vermi della UE.......che ci provino a censurare la stampa libera ed eticamente corretta e vedrete che il processo di decomposizione della Ue subira· una accelerazione iperbolica........vermi e servi viscidi di regime mondialista!
    Mostra nuovi commenti (0)

    Top stories

    • Matteo Renzi

      Il Referendum Costituzionale in Italia ha visto la vittoria del NO, con il 60% dei voti. Il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso.

      15679
    • Il teatro Bolshoi

      Mosca splenderà con le luci italiane, che abbelliranno diverse piazze e vie della capitale russa. È tempo di allegria e serenità, di sogni e speranze per il futuro. Per un vero Capodanno a Mosca non poteva mancare il talento italiano. Italia e Russia, è ora di fare festa insieme!

      4959
    • Petro Poroshenko

      L’avvocato veronese Guariente Guarienti ha depositato una denuncia alla Procura di Verona nei confronti del presidente della Repubblica Ucraina Petr Poroshenko per il mancato ritorno in Italia dei 17 quadri tra cui le opere di Tintoretto, Mantegna e Rubens.

      61277
    • Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

      Dal 1 al 3 dicembre sta svolgendo a Roma il Forum MED "Beyond turmoil, a positive agenda". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato uno dei principali protagonisti del forum. Ha parlato della sicurezza comune, lotta al terrorismo e del futuro del Medio Oriente. Ecco il riassunto del suo intervento.

      131796
    • Visitatori alla più grande mostra al mondo della collezione dei Musei Vaticani Roma Aeterna.

      “Roma Aeterna”, una mostra eccezionale che ha portato a Mosca i tesori della Pinacoteca Vaticana. Un evento senza precedenti: il pubblico russo potrà ammirare alla Galleria Tretyakov 42 capolavori di Caravaggio, Raffaello, Bellini, Guercino, solo per citare alcuni nomi. Viva l’arte, ponte imbattibile fra Russia e Italia.

      3767
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      222539