04:26 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 120
Seguici su

Dopo le esibizioni sulla piazza Rossa nel corso del festival "Spasskaya Bashnya", la Banda dei Carabinieri ha salutato Mosca con un concerto all'ambasciata italiana.

La serata si è aperta con un minuto di silenzio in memoria delle vittime del terremoto di Amatrice, prima del quale l'ambasciatore d'Italia in Russia Cesare Ragaglini ha ringraziato la Russia per l'assistenza offerta ed i russi e i moscoviti in particolare per la partecipazione al lutto della comunità italiana.

Successivamente, la Banda Musicale dell'Arma dei Carabinieri, diretta dal tenente colonnello Massimo Martinelli ha preso la scena regalando ai presenti un'esibizione molto apprezzata, come lo erano state anche le precedenti nella capitale russa per il festival "Spasskaya Bashnya" ed al teatro Helikon Opera.

Il repertorio eseguito ha spaziato dai grandi nomi dell'Opera italiana, con la Norma di Bellini e il Guglielmo Tell di Rossini, un omaggio al cinema, con le musiche di Ennio Morricone ed il tema de "La Vita è Bella", prima del gran finale, con in successione, la Marcia dell'Aida di Verdi, la Fedelissima —inno del corpo dei Carabinieri — e gli inni nazionali di Italia e Russia.

 

Correlati:

I carabinieri e le altre bande militari sulla piazza Rossa
La Banda dei Carabinieri in concerto a Mosca
Tags:
Festival internazionale di musica militare “Torre Spasskaya", Concerto, Ambasciata d'Italia a Mosca, Mosca
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook