01:48 21 Febbraio 2018
Roma+ 6°C
Mosca-10°C
    Palazzo Lombardia, la sede del Consiglio Regionale

    La Regione Lombardia chiede la rimozione delle sanzioni alla Russia

    © flickr.com/ Alessandra Cimatti
    Italia
    URL abbreviato
    6290

    Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la risoluzione che chiede al governo Renzi di rigettare la politica dell'Unione Europa sulla questione della Crimea e la rimossione delle sanzioni contro la Russia.

    Dopo il Veneto e la Liguria, anche la Lombardia esprime il suo "NO" contro le sanzioni alla Russia.

    Secondo il testo della risoluzione approvata il 5 luglio, il consiglio regionale della Lombardia ed il presidente della Regione sono autorizzati a condurre un dialogo attivo con il parlamento italiano e le autorità europee affinchè vengano riviste le relazione tra UE e Federazione Russa e venga avviata una raccolta di firme per l'annullamento delle sanzioni antirusse.

    Nella risoluzione inoltre viene richiesto al governo italiano di "rigettare la politica dell'Unione Europea riguardo la Crimea" e riconoscere e rispettare la volontà espressa dal popolo crimeano con il referendum che ha sancito l'ingresso della Crimea alla Federazione Russa nel marzo 2014.

    Correlati:

    La Crimea conta sui turisti di Iran e Italia
    L'Italia che aggira le sanzioni produce in Crimea e vende in Russia
    Italiani di e in Crimea, fatevi avanti! un libro racconta la vostra storia
    Parlamentari Italiani in visita conoscitiva e di amicizia in Crimea
    Incontro storico a Yalta, Putin riconosce i diritti della minoranza italiana in Crimea
    Tags:
    Risoluzione, Crimea, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik