12:20 18 Novembre 2019
Ban Ki Moon promette il sostegno di ONU nella vicenda dei due marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

Marò, Italia avvia procedura per chiedere rientro Girone

© AFP 2019 / VINCENZO PINTO
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Dopo il pronunciamento del Tribunale arbitrale dell'Aja di fine aprile, la Farnesina comunica di aver presentato istanza alla Corte suprema indiana per il rientro del fuciliere di Marina italiano, in attesa di giudizio da 4 anni in India.

La Farnesina ha comunicato con una nota questa mattina di aver inoltrato alla Corte Suprema indiana l'istanza per richiedere il rispetto della decisione presa dal Tribunale arbitrale dell'Aja, che lo scorso 29 aprile ha accolto le richieste italiane sul caso di Salvatore Girone, fuciliere di Marina italiano ancora in India, a 4 anni dall'incriminazione per omicidio.

"Siamo in pieno raccordo istituzionale e in ottima relazione con il governo indiano per portare a casa il risultato che per noi è fondamentale".

Così Matteo Renzi questa mattina, sottolineando come far rientrare in Italia "il prima possibile" il marò italiano resta il primo obiettivo del governo.

"Il tono muscolare di quelli che dicevano 'ora gliela facciamo vedere noi' — ha proseguito il premier italiano — ha portato questa vicenda ad andare avanti per 4 anni, la serietà ed il rigore che stiamo mettendo noi intanto ha portato un tribunale a dire che il nostro marò deve tornare a casa. Ci auguriamo che avvenga il prima possibile".

La Corte suprema indiana si riunirà per esaminare la questione e decidere le modalità del rientro di Salvatore Girone il prossimo 26 maggio. 

Correlati:

Marò, Girone seguirà l'arbitrato con l'India dall'Italia
Tags:
Marò, Caso marò, Matteo Renzi, Salvatore Girone, Massimiliano Latorre, India, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik