18:52 23 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
923
Seguici su

Il ministro italiano degli Esteri: prenderemo contromisure proporzionate alla nostra insoddisfazione. Ue al fianco dell'Italia.

Crisi diplomatica senza precedenti tra Italia ed Egitto dopo l'incontro tra i magistrati italiani e la delegazione egiziana inviata a Roma per consegnare il dossier sulle indagini seguite alla misteriosa morte di Giulio Regeni, scomparso e successivamente trovato senza vita alla periferia del Cairo lo scorso 3 febbraio. Il governo italiano, che si è detto estremamente deluso dalle carenze della documentazione, aveva preteso delle spiegazioni per fare luce su quello che con il passare dei giorni sembra destinato ad essere un caso di difficile risoluzione. L'accusa italiana è la totale assenza dei tabulati del telefono di Regeni, circostanza considerata grave da parte italiana e segno della reticenza da parte egiziana a fare piena luce sul caso.

"Le indagini investigative nel mondo si fanno molto spesso basandosi sui tabulati, sulle intercettazioni. Se non ci fosse il traffico di celle telefoniche, buona parte delle indagini che si fanno anche nei Paesi più attaccati alla privacy non si farebbero".

Così Gentiloni da Hiroshima, dove prenderà parte al G7 dei ministri degli Esteri. Il ministro ha ribadito la volontà di andare fino in fondo alla vicenda, sottolineando come verranno adottate tutte le necessarie contromisure "proporzionate all'insoddisfazione" italiana.

Nella giornata di ieri richiamato alla Farnesina l'ambasciatore italiano al Cairo Maurizio Massari, mentre la stampa italiana informa in queste ore di un altra inquietante circostanza: il team italiano di investigatori inviato da Roma per indagare sul caso nella capitale egiziana sarebbe stato oggetto di continui pedinamenti e tenuto sotto stretta osservazione dagli apparati di sicurezza egiziani.

Correlati:

Regeni, Gentiloni: Non faremo calpestare la dignità dell'Italia
Regeni, Egitto smentisce se stesso: mai detto che fu ucciso da rapinatori
Tags:
Omicidio di Giulio Regeni, crisi diplomatica, G7, Paolo Gentiloni, il ministro degli Esteri, Egitto, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook