14:10 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 28°C
    Sostenitore curdo del PKK

    Italiana fermata a Istanbul per la propaganda del Pkk sul web

    © AP Photo/ Hussein Malla
    Italia
    URL abbreviato
    5286114

    Si tratta di Giovanna Lanzavecchia, 24enne studentessa di Milano, che si trova adesso in un centro di detenzione per stranieri in attesa di essere espulsa dal paese. La giovane è accusata di aver postato sui social delle foto di alcuni combattenti armati appartenenti all'organizzazione paramilitare curda.

    La ragazza era arrivata in città da pochi giorni e aveva preso alloggio in una stanza del centrale albergo di Sultanahmet. Sabato sera è stata fermata dalla polizia turca in un internet cafè della Capitale per aver pubblicato su internet materiale di propoganda a favore del Pkk — Partito dei Lavoratori del Kurdistan — considerato a tuti gli effetti dallo stato turco una organizzazione terroristica. La notizia è stato confemata all'Ansa da fonti consolari italiane ad Istanbul che stanno seguendo gli sviluppi sul caso.

    Secondo quanto riportato dai media locali, vicini al governo di Ankara, la giovane italiana avrebbe pubblicato sui social network immagini di combattenti curdi armati e di alcuni campi di addestramento del Pkk. Sul sito d'informazione Aksam, rilevato di recente dall'Akp partito del premier Erdogan, è stata pubblicata un'immagine di Giovanna Lanzavecchia, vestita da gurriegliera curda, che non sembra corrispondere al reale profilo della donna che si trova reclusa in un centro di detenzione per stranieri della capitale turca in attesa dell'espletamento delle pratiche di espulsione.

    La notizia arriva tra l'altro a poche ore dalla decisione della procura di Ankara di richiedere all'Interpol, tramite il ministero della Giustizia turco, un mandato di arresto con "codice rosso" destinato a 47 terroristi del Pkk. Tra questi anche diversi uomini ricercati dalla giustizia turca che sono considerati apicali nelle posizioni di vertice dell'organizzazione curda.

    Correlati:

    Esercito turco inizia a combattere nella roccaforte dei curdi del PKK
    Tags:
    Terrorismo, propaganda, arresto, PKK, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik