10:29 22 Aprile 2018
Roma+ 15°C
Mosca+ 3°C
    Il ministro degli Interni italiano Angelino Alfano

    Migranti, Alfano: Sì all'uso della forza impronte digitali

    © AFP 2018 / Andreas Solaro
    Italia
    URL abbreviato
    411

    Il ministero degli Interni italiano studia nuove norme per consentire la schedatura dei migranti.

    Il governo italiano sarebbe pronto a presentare un nuovo pacchetto di norme che prevede una stretta nei controlli per l'identificazione dei migranti negli hot spot italiani. A confermarlo ieri è stato lo stesso ministro italiano degli Interni, che ha parlato alla stampa dopo un incontro con i sindacati del Dipartimento di pubblica sicurezza, per informarli della nuova normativa.

    "Sto lavorando ad un provvedimento — ha detto Angelino Alfano — per risolvere alcune difficoltà. Un'ipotesi articolata — l'ha definita il ministro — che riguarda diversi aspetti, compreso quello dell'uso della forza nei confronti di coloro — ha specificato — che si rifiutano di sottoporsi al fotosegnalamento che è obbligatorio nel nostro ordinamento ed in quello europeo".

    I sindacati dei servizi di sicurezza usciti dall'incontro hanno fatto sapere di attendere il testo della nuova normativa prima di esprimere un giudizio.

    "Auspico — ha detto uno di loro al quotidiano italiano La Stampa — che sia scritta nel pieno rispetto dei diritti umani ed in modo chiaro e attuabile".    

    Correlati:

    Migranti, la Russia è pronta a condividere la propria esperienza con l'Ue
    Putin: non possiamo permetterci in Russia una crisi dei migranti come quella europea
    Crisi migranti, a Cipro vertice ad alta tensione tra Tusk (Ue) e il premier Anastasiades
    Migranti in fuga da Idomeni
    Tags:
    Presa delle impronte digitali, Migranti, Registrazione dei migranti, Il Ministro degli Interni Angelino Alfano, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik